Estate: mare, montagna, vacanze e tradimenti. La stagione estiva è sicuramente uno dei periodi più utilizzati da uomini e donne per tradire il partner. Complice forse l’esodo dalle città, è molto più facile flirtare con sconosciuti in vacanza, considerando che molto probabilmente non ci saranno altre occasioni di rivedersi. Ma perché si tradisce e come capire se il partner progetta un tradimento estivo?

Il tradimento viene “giustificato” dalla maggior parte delle persone con un’assenza di doveri durante il periodo vacanziero: siccome si è in pausa dal lavoro e sembrano non valere le normali abitudini seguite durante il resto dell’anno, chi tradisce si concede una piccola pausa anche dalla routine sentimentale mettendo a rischio il proprio rapporto.

Secondo Helen Fisher, autrice del libro “Why we love”, l’estate porterebbe psicologicamente un desiderio di novità e di cambiamento, e l’aumento di dopamina nel corpo dovuto a questa sensazione si trasforma presto in desiderio sessuale da soddisfare.

Ad ogni modo, la gelosia non si ferma nemmeno in vacanza e bisogna sempre stare con gli occhi aperti: sembra quasi banale, ma più tempo si passa lontano dal partner e maggiore sarà la probabilità che l’altro tradisca.

Le scuse più utilizzate per giustificare un viaggio lontani dalla propria dolce metà potrebbero essere la scelta di passare un estate con amici dello stesso {#sesso} senza fidanzati, oppure un convegno di lavoro a cui non si può proprio rinunciare. E oltre al linguaggio verbale, attenzione al modo in cui il partner cura l’aspetto fisico: se il compagno è molto attento al proprio corpo forse vuole mettersi in mostra.

Purtroppo non hanno ancora inventato un impermeabile anti-tradimento, da indossare per impedire che il partner si lasci andare alle tentazioni. Tuttavia, si può cercare di limitare i danni puntando a migliorare il rapporto con il proprio compagno. Ad esempio, potrebbe essere una buona idea sedurre il partner come se si dovesse riconquistarlo e magari giocare di fantasia anche nell’intimità sotto le coperte.

Ma se nonostante tutto si viene a conoscenza del tradimento all’interno della {#coppia}, bisogna perdonare oppure no? Non importa in quale stagione ci si trova: le corna rimangono tali con qualsiasi temperatura. L’importante è quindi agire secondo coscienza e valutare pro e contro della decisione da prendere.

Se si decide di perdonare il partner è bene ricordarsi che bisognerà riporre nell’amato la propria fiducia ancora una volta, un passo davvero difficile per chi ha subito il tradimento. Se invece si sceglie di troncare i rapporti, attenti ai ritorni di fiamma: bisogna sempre ricordarsi che ogni rapporto sentimentale si basa sulla lealtà e quando questa manca è meglio chiudere la storia il prima possibile