Sono passati circa sei mesi da quando il Tribunale di Milano accolse il ricorso dell’emittente toscana ContoTV in merito all’assegnazione a Sky dei diritti per la trasmissione delle partite di Serie A nei prossimi due campionati di calcio. Oggi è il giudice civile Claudio Marangoni a porre fine alla vicenda, riconoscendo la validità del contratto che vincola Lega Calcio alla piattaforma televisiva di Rupert Murdoch per altre due stagioni.

Nessuna impossibilità di reperire frequenze per la trasmissione, così come non vi sarebbero state evidenti penalizzazioni per ContoTV nel concorrere all’ottenimento delle licenze, oltre ovviamente a quelle di indubbia natura economica derivante dalle differenti disponibilità finanziare rispetto a Sky.

Le 28 pagine del provvedimento depositato nel capoluogo lombardo fanno così tirare un respiro di sollievo anche ai dirigenti delle più importanti squadre, i cui bilanci fanno ormai largo affidamento sugli introiti derivanti proprio dalla trasmissione dei match nei palinsesti televisivi.

Maggiori dettagli tecnici sulla sentenza, che di fatto lascia completamente invariata la situazione preesistente, sono reperibili sulle pagine di BorsaItaliana.it, dalle quale si apprende anche che l’attuale contratto che vincola Sky e Lega Calcio risulta economicamente quantificabile in 1,149 miliardi di euro.