Come dobbiamo comportarci nel nostro quotidiano, quali sono le abitudini che dobbiamo prendere, e quali quelle già acquisite che invece dobbiamo perdere in questo inverno sulla cui soglia ci attende il virus dell’influenza A?

Di consigli ce ne sono tanti: lavarsi spesso le mani, gettare subito i fazzoletti usati sporchi e via dicendo. Ma poi?

Vademecum e amuchina a parte, vi siete chieste come effettivamente dobbiamo modificare le abitudini quotidiane? Tanto per dirne una: in profumeria con le amiche, dovremo evitare di provare rossetti e lucidalabbra? D’accordo, le più igieniche già non lo fanno, però… la prova trucco, forse, non sarà più la stessa, no?

Altra situazione tipica da considerare: l’aperitivo. O meglio, le noccioline, le patatine e tutti gli altri golosissimi stuzzichini che lo accompagnano. Direte: ma che c’entra? E invece c’entra, perché, a pensarci bene, sono tutte cose che mangiamo portando le mani alla bocca, e poi rimettendo quelle stesse mani nella ciotolina, e come noi lo fanno tutti, spesso anche quando, come dovrebbe essere sempre, la ciotolina è accompagnata dall’apposito cucchiaino.

Ci sarebbero mille altre situazioni come queste, ma per evitare paranoie e manie catastrofiste mi fermo qui. E vi rimando alla domanda iniziale.