L’Agenzia del Territorio comunica tempi e modalità per la trasmissione telematica degli atti che cambiano l’intestazione catastale di beni appartenenti a persone giuridiche.

Sta per essere attivata la procedura per l’aggiornamento catastale on line delle pratiche per le quali vige l’obbligo di annotazione nel registro delle imprese. L’applicazione per la trasmissione alle banche dati dell’Agenzia del Territorio sarà disponibile dal prossimo 15 ottobre. I notai e gli altri pubblici ufficiali abilitati useranno il Modello unico informatico per la registrazione, la trascrizione e la voltura.

Sono soggetti all’obbligo di formalizzazione gli atti che comportano cambiamenti nell’intestazione di beni immobili di proprietà delle persone giuridiche iscritte nel registro delle imprese. Si ricorda che è considerata variazione qualsiasi modifica sociale: il cambiamento della denominazione, ad esempio, la ragione sociale o qualsiasi altra nota identificativa della società proprietaria dell’immobile. Non è, però, considerato “mutamento dell’intestazione catastale” il trasferimento di sede nell’ambito dello stesso Comune.

L’Agenzia del Territorio e il ministero dello Sviluppo economico, mediante un provvedimento interdirettoriale, chiariscono le modalità per la presentazione delle domande di voltura per questa tipologia di atti.

Si possono effettuare on line, mediante le procedure prestabilite, i seguenti atti: *la richiesta di registrazione e contestuale domanda di voltura catastale; *la sola domanda di voltura, se la registrazione originaria è stata eseguita telematicamente; *il versamento dei tributi speciali catastali, insieme al Modello unico informatico.

Il nuovo procedimento è stato ideato allo scopo di semplificare sempre più i processi amministrativi con l’uso degli strumenti telematici. Naturalmente, previa fase sperimentale di collaborazione tra l’Agenzia del Territorio e il Notariato.