La famosa cantate Imogen Heap ha avuto modo di strabiliare il suo pubblico indossando, in occasione dell’ultima cerimonia dei Grammys Award, un abito in grado di scambiare e ricevere informazioni rapide mediante uno dei sistemi ormai più conosciuti e utilizzati: quello dei social network.

In questo caso il social network in questione non è l’onnipresente Facebook bensì un suo lontano cugino, Twitter, con il quale la cantante si è da subito dimostrata molto aperta, facendo di questo il segreto dello sviscerale amore che migliaia di fan provano per lei e allo stesso tempo rappresentando un’ottima opportunità per promuovere le sue nuove canzoni.

Il vestito, in grado di inviare e ricevere informazioni con gli amici del suo profilo su Twitter, è sicuramente una prova di come Heap abbia a cuore i suoi fan, rendendoli così protagonisti insieme a lei di una così prestigiosa cerimonia.

Senza soffermarci in dettagli in questo caso poco interessanti, come il prezzo di realizzazione e design, se così lo possiamo definire, sarebbe meglio effettuare una panoramica di quelle che sono le funzionalità offerte da questo abito.

Tanto per cominciare, quell’enorme collare che non passa inosservato e che probabilmente avrà suscitato qualche risatina in giornalisti e critici di moda, è in realtà un ricevitore di messaggi, inviati dai suoi fan, visualizzabili tramite piccoli luci LED. Un piccolo display invece, più sofisticato e in grado di ricevere anche delle immagini, si nascondeva in una borsetta trasparente e decisamente HiTech.

A quanto pare l’interno dell’abito nascondeva invece un router, in grado di collegarsi alla rete per ricevere e inviare nuovi messaggi, instradando poi le informazioni alle giuste periferiche.

In questo modo, come ha affermato la stessa Heap, è stato possibile rendere partecipi tutti i suoi fan, senza i quali non sarebbe arrivata così lontano, ad un evento molto importante nella sua carriera, dimostrando allo stesso tempo di essere decisamente al passo con i tempi e pronta a sfidare, con un sorriso e qualche twit, critiche e pettegolezzi pur di non rinunciare all’affetto del suo pubblico.