Al nastro di partenza il nuovo bando ”Il sole a scuola”, alla seconda edizione, promosso dal ministero dell’Ambiente e rivolto a Comuni e Province con l’obiettivo di promuovere la diffusione degli impianti fotovoltaici sugli edifici scolastici e sensibilizzare le nuove generazioni sul risparmio energetico.

Per il nuovo bando, finanziato con 3 milioni di euro, viene previsto un contributo, da parte del ministero, pari al 100% del costo ammissibile con un limite massimo di 40 mila euro per ogni edificio scolastico. Quindi per l’ente locale non è previsto alcun costo.

Il bando de ”Il sole a scuola”, secondo il Ministro dell’Ambiente, rappresenta la volontà concreta di promuovere e diffondere in Italia le fonti di energia pulita e, nel contempo, educa i più giovani all’uso sostenibile dell’energia. Oggi si rende assolutamente necessario inculcare nelle giovani generazioni la consapevolezza e l’importanza del costruire un futuro più green.

Peraltro, le rinnovabili in Italia hanno avuto, nell’ultimo anno, una crescita di oltre il 50% degli investimenti rispetto all’anno precedente. Dati certamente incoraggianti. Con il bando si prevede di coinvolgere circa 1000 scuole pubbliche italiane. Il primo bando de “Il sole a scuola” ha ha coinvolto oltre 1.300 scuole, con una massiccia adesione registrata in cinque Regioni in particolare al Sud del nostro Paese: Sicilia, Lazio, Abruzzo, Calabria e Campania.

Prossimamente sarà assegnato il premio ”Il sole a scuola” agli studenti più ”virtuosi”, che hanno vinto la prima edizione del bando, per i migliori elaborati sull’analisi e il risparmio energetico.