Le donne che scelgono la strada dell’imprenditoria femminile hanno spesso personalità molto diverse. Alcune riescono ad assumersi grandi rischi, altre, invece, preferiscono giocare sul sicuro, alcune hanno grandi idee, altre mostrano il meglio di sé nella pratica. Ma uno solo è il motivo che spinge a intraprendere questo tipo di carriera: la volontà di essere capi di se stesse.

Nell’imprenditoria femminile, tuttavia, esistono doti che tutte le donne devono possedere. La prima è la capacità di risolvere i problemi. Il mondo del business è una sorta di puzzle senza fine e, per riuscire a unire i pezzi, è necessario saper individuare le problematiche e trovare velocemente la maniera efficace per risolverle. Ma, una volta superata una difficoltà, ce n’è sempre un’altra all’orizzonte.

Tutte le imprenditrici di successo devono essere creative e persuasive, qualità imprescindibili per riconoscere e sfruttare le migliori opportunità che si presentano. Che si tratti di dover prestare del denaro, lavorare per molte ore senza mai fermarsi o acquistare servizi e prodotti innovativi, le imprenditrici devono saper guardare nel futuro.

Essere motivate significa possedere riserve infinite di energia, essere impazienti e saper gioire del proprio lavoro. Le imprenditrici pensano continuamente al business e lavorano per migliorare con ogni mezzo la gestione della propria società e, per riuscire a ottenere risultati, l’esperienza gioca un ruolo di primo piano. Prima di imbarcarsi in un’impresa “titanica” è consigliabile lavorare come apprendista in una società simile a quella che si desidera avviare.

All’inizio di un’attività imprenditoriale, spesso, non si hanno fondi sufficienti per assumere personale. Diventa, dunque, necessario possedere competenze diverse in tanti campi diversi: un’imprenditrice deve essere in grado di gestire perfettamente la propria attività da sola, dalla gestione delle email a quella dell’ufficio.

Il rischio è parte integrante di un’attività imprenditoriale: non c’è successo senza rischio. Per diventare imprenditrici di successo bisogna saper calcolare i rischi e affrontarli. Un modo per ridurre le percentuali di fallimento è iniziare la propria attività con calma, tenendo sotto controllo le spese. Prima di aprire un ufficio, fate diventare la vostra casa il vostro “quartier generale” e testate il concetto di business cercando potenziali clienti.

L’imprenditoria necessita di preparazione, infatti solo così sarà possibile superare le difficoltà e ottenere successo. La prima cosa da fare è analizzare il settore di mercato in cui rientra l’impresa per capire se esistono le basi per avviare l’attività. In un secondo momento, si deve stilare un “piano d’attacco”, un business plan che aiuterà a gestire al meglio l’attività imprenditoriale.

Fonte: Entrepreneurs