Per l’imprenditoria femminile una maggiore tutela, e sostegno, sono senza dubbio necessari per supportare le donne che decidono di creare un’impresa, offrendo un notevole contributo all’economia della Nazione, stando almeno ai dati che certificano la continua crescita delle aziende rosa.

Le donne che scelgono la strada dell’imprenditoria femminile, tuttavia, devono spesso imbattersi in una serie di problemi e ostacoli che, spesso, compromettono il regolare avvio di una nuova impresa, o comunque limitano i potenziali successi.

Si parla di maternità, separazioni coniugali ma anche della più che ovvia necessità di conciliare lavoro e famiglia, difficile sia per le donne che lavorano presso enti o aziende private, sia per le titolari di imprese.

La necessità da parte delle imprenditrici di avere maggiore tutela anche in campo assicurativo, ha spinto Intesa Sanpaolo a istituire la polizza BusinessGemma, nata proprio per aiutare le imprese rosa sostenendole nel lavoro e nella vita quotidiana e comprendo eventuali rischi. Uno strumento di tutela del lavoro femminile autonomo accessibile a tutte.

Marco Morelli, direttore generale vicario di Intesa Sanpaolo, mette in evidenza i vantaggi del piano assicurativo, indispensabile se si pensa alle difficoltà che anche le donne imprenditrici devono sostenere quando, ad esempio, diventano mamme. Le lavoratrici autonome e libere professioniste, infatti, non hanno diritto al congedo per maternità e questo significa, nella maggior parte dei casi, dover sacrificare la propria attività con notevoli danno anche da punto di vista economico.

«Con BusinessGemma la nostra banca fa un salto di qualità nell’offerta di servizi per il mondo femminile, a cui abbiamo voluto dare delle risposte concrete. Con BusinessGemma vogliamo diventare il punto di riferimento per tutte quelle donne che vogliono più tranquillità e più certezze.»

Fonte: Borsa Italiana