Il matrimonio dovrebbe essere il giorno più bello della vita di una ragazza, ma ci possono essere degli incidenti imprevisti che possono rappresentare la fine del sogno di perfezione per un momento così importante. Il giorno delle nozze non può essere un giorno perfetto, c’è sempre qualcosa che andrà storto oltre la propria volontà, ma potrebbe essere anche un modo in futuro per farsi una risata, comprendendo quanto sia più importante un’unione di coppia in sé, più che un singolo giorno in cui si è sotto gli occhi di tutti. Il sito Matrimonio.it ha stilato l’elenco delle paure più comuni delle sposine.

Tra gli incidenti più temuti dalle donne nel giorno del proprio matrimonio, c’è infatti il rischio di inciampare nel vestito e restare in desabillé di fronte a tutti. Se il terrore di questo rischio rischia di diventare vero e proprio panico, si tratta di qualcosa che va messo in conto prima: niente tacchi o plateau troppo alti, scelta di una chiesa e di un ristorante con meno scale possibile soprattutto, se si fosse notoriamente imbranate, meglio un abito corto. Un altro degli inconvenienti temuti dalla spose è il maltempo, ma in Italia in fondo, a parte qualche periodo che diventa drammatico nel senso reale della parola, si è fortunati e si gode molto spesso di giornate di sole.

Gli invitati rappresentano un rischio importante per un matrimonio. Tutti hanno degli amici che tra loro non parlano o addirittura si detestano e il rischio di lite è altissimo: in questo caso la soluzione ottimale è posizionare i probabili litiganti ai lati opposti del ricevimento. Inoltre, spesso c’è un parente collaterale di sesto grado che si autoinvita: sebbene sgradito, è meglio non badarci ed esaminare solo i motivi per cui si dovrebbe essere contente in quella giornata. Un alto rischio è rappresentato dalle critiche per la scollatura, da parte della suocera o addirittura del sacerdote: in questo caso, se le critiche sono eccessive, un bel sorriso per evitare la discussione e si cerca di andare oltre. Se invece sono reali, non è meglio scegliere un vestito chic prima e riservare gli esibizionismi per la prima notte di nozze?

Molte donne hanno anche paura degli addobbi brutti, come fiori secchi o assenti, ma spesso accade più che altro che gli addobbi siano differenti da quelli richiesti. Infine, una delle paure più frequenti è quella relativa alle fedi: difficile far fronte a dei portafedi che non si slacciano, o a delle fedi che sgusciano dalle mani troppo sudate per l’emozione. È prevedibile invece che le fedi non vadano bene: non si devono acquistare a cuor leggero, ma devono essere provate. Anche perché poi si possono anche stringere o allargare, ma anche il più bravo degli orafi non riesce a celare la modifica.

Fonte: Matrimonio.it