Dal 3 gennaio 1954 la televisione è entrata nelle case degli italiani. Inizialmente era motivo di aggregazione: il gruppo degli amici si riuniva a casa per vedere i cartoni animati, oppure il proprietario della televisione nel palazzo invitava i condomini a vedere un film.

Oggi pare che non sia più così. Sembra proprio che mamma TV peggiori il rapporto tra genitori e figli.

Ansa, infatti, pubblica una notizia sulla ricerca dell’Università del Massachusetts, secondo la quale tenere la TV sempre accesa in casa “nuoce gravemente” alla famiglia.

Gli studi sono stati svolti su 50 nuclei familiari che erano composti da genitori e bambini con età compresa tra 1 e 3 anni.

In particolare, si è studiato (in un lasso temporale pari a un’ora) come si relazionavano i genitori mentre giocavano con i figli.

Nella prima mezz’ora di gioco, la televisione era completamente spenta. Nella seconda, il televisore rimaneva acceso per tutto il tempo.

Si è quindi dimostrato che, con un la TV accesa, i genitori parlavano con i bambini il 20% in meno rispetto alla prima mezz’ora, e inoltre erano molto poco attenti e reattivi con i figli.

Insomma, questa ricerca deve farci riflettere: passiamo davvero così tanto tempo davanti alla TV da non poter parlare o giocare con i nostri figli? Siamo davvero così tanto occupati a seguire il programma del momento, il reality show o la nostra serie TV preferita da non accorgerci che non c’è molto dialogo coi nostri genitori?