Bastano cinquemila passi, ogni giorno, l’equivalente di tre chilometri, per abbattere le probabilità di diabete e altre malattie. Per questo è stato lanciato il progetto “Città per camminare” da parte del Coni: questa lunghezza è percorribile con una semplice camminata senza particolari sforzi e spostamenti, ad esempio sfruttando la rete di percorsi pedonali che coinvolge 32 località italiane per godere delle bellezze del paese, rimanendo in forma.

Camminare e muoversi a piedi è alla fine il modo più veloce, semplice ed economico di spostarsi e di guadagnarci in salute. Le statistiche dicono che gli italiani sono troppo sedentari: almeno 4 su 10 sono completamente inattivi e in due famiglie su 10 i genitori non riescono ad assicurare l’iscrizione a società sportive ai figli a causa della crisi economica.

=> Scopri come dimagrire camminando

La proposta del comitato organizzatore di questi percorsi è quindi quella del fitwalinkg, un’attività di camminata veloce e coordinata promossa dal celebre marciatore Maurizio Damiliano.

Con questi cinquemila passi quotidiani, si eliminano l’80 per cento dei problemi di salute delle famiglie. Un obiettivo importante ma alla portata di tutti, così l’iniziativa, partita nel 2009 in Piemonte (coinvolte 47 città e 5000 persone) si è allargata a tutto il resto d’Italia ed è patrocinata tra gli altri da Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Salute, Senato della Repubblica.

Ovviamente l’ideale è abbinare a queste camminate una dieta salutare, bilanciata, niente fumo e pochi alcolici. Se tutti si comportassero così, nelle tasche degli italiane – che devono pagare le tasse per sostenere il Servizio Sanitario – restebbero 60 miliardi di euro l’anno in più: il costo degli errati stili di vita.

Fonte: Agi