Una maggiore cura del corpo è quella che si dovrebbe avere superati i 50 anni. Da questa età iniziano a cambiare i rapporti con i figli, con il marito o compagno e non si dà molta importanza ai segnali di cambiamento del proprio corpo. Invece, è proprio con il superamento di questa soglia di età che cominciano i primi veri acciacchi.

Per una scrupolosa cura del corpo, tenete d’occhio la menopausa. Con la menopausa, infatti, si producono meno estrogeni per mantenere ossa forti e si favorisce l’insorgenza dell’osteoporosi. Se ci sono già problemi di salute un esame che determini la densità ossea è raccomandato, altrimenti se non ci sono segnali preoccupanti, lo si può rimandare intorno ai 65 anni.

Ovviamente due raccomandazioni sono importanti per combattere il sopraggiungere dell’osteoporosi; una è quella di assumere calcio e l’altra riguarda l’esercizio fisico. L’apporto giornaliero di calcio si aggira intorno ai 1.200 milligrammi, e qui le donne dovrebbero prestare attenzione perché solitamente con la dieta raggiungono solo i 600 milligrammi al giorno, per cui hanno bisogno di integratori.

Per quanto riguarda l’esercizio fisico è consigliabile praticare esercizi pesanti alternandoli a esercizi meno faticosi, come praticare giardinaggio, unendo così l’utile al dilettevole, o una semplice camminata. Oltre alle ossa bisogna salvaguardare l’organo più importante, il cuore. Dopo la menopausa, infatti, le malattie legate al cuore sono la causa principale di morte per le donne che superano i 45 anni.

Per preservarlo da eventuali malattie bisogna avere un occhio di riguardo verso tutti quei fattori che a esso sono collegati, come il colesterolo e il peso, a loro volta da tenere sotto controllo tramite la dieta e l’attività fisica per circa 30 minuti al giorno. Dunque, per quello che concerne il cibo, via libera ai grassi sani, frutta, verdura, fibre, pesce e soia.

In questo modo, non producendo estrogeni a sufficienza, si potrà dare il giusto apporto di sostanze al proprio corpo. Altro problema, che ovviamente contrasta con un corpo sano, è il fumo: la sigaretta deve essere messa al bando. Le malattie cardiache sono a stretto contatto anche con la presenza di diabete, pressione alta, livelli alti di colesterolo e obesità.

Il diabete, infatti, è l’altro nemico da combattere; se si hanno alti livelli di zucchero nel sangue vi è anche un alto rischio di malattie cardiache e renali, nonché danni ai nervi. Anche per questo pericolo l’unico rimedio passa attraverso una corretta dieta ed esercizio fisico. Superati i 45 anni è consigliabile sottoporsi a controlli periodici, ogni tre anni circa, per stabilire la presenza di zuccheri nel sangue.

Ricapitolando, maggiore attenzione alle ossa, al cuore e al tasso di zuccheri nel sangue; ma non basta. Bisogna anche fare una mammografia ogni anno se si è superata la soglia dei 40 anni, sottoporsi a un pap test, una volta ogni 1, 2 o 3 anni, per diagnosticare la presenza di un eventuale tumore al collo dell’utero.

Inoltre, è bene effettuare periodicamente la misurazione della pressione sanguigna e verificare i livelli di colesterolo almeno ogni 5 anni se non si hanno altri fattori di rischio. Arrivate a 50 anni è bene anche sottoporsi a esame per la presenza di tumore del colon-retto. Si deve tenere sotto controllo l’apparato dentale, sottoponendosi a pulizia ogni sei mesi.

Per finire, ci si deve sottoporre a visita per misurare la propria vista ogni 2-4 anni se non si è in presenza di particolari patologie e una visita per valutare lo stato della pelle per scongiurare il cancro. In verità, potrebbe spaventare l’elenco degli esami a cui sottoporsi superati i 50 anni, ma ricordiamo che oggi le aspettative di vita si sono allungate e dunque, non facciamoci sfuggire l’opportunità di vivere bene e a lungo.

Fonte: Healthy Women.