Il sole fa bene ai bambini, se ben dosato. Non esporre mai troppo il tuo bambino al sole, perché potrebbe ustionarsi.

Infatti, un’esposizione eccessiva ai raggi ultravioletti potrebbe provocare a lui, ma anche a te, un’ustione solare, in particolare se usi poco le creme protettive adatte alla sua e alla tua pelle. I segni più comuni sono l’arrossamento della pelle, che compare dopo alcune ore di esposizione. Si tratta di eritema solare: la pelle diventa sensibile e dolente, talvolta si gonfia e presenta delle bolle, possono comparire malessere generale, febbre, mal di testa, vomito e capogiri. Si rischia la disidratazione.

Tutti possiamo ustionarci se ci esponiamo scorrettamente al sole, ma i bambini sono certamente i più sensibili: la loro pelle, delicata e sensibile, tollera meno i raggi ultravioletti. Pertanto, è importante prevenire le scottature: evitare l’esposizione nelle ore calde, tra le 10 e le 11; usare una protezione sufficiente soprattutto dove ci sono superfici specchi d’acqua e sabbia. Applica il prodotto 20 minuti prima di scoprirgli la pelle, ricordandoti di riapplicarlo ogni due ore e dopo che il piccolo avrà fatto il bagno.

Non usare i solari dell’anno precedente, perché perdono con il tempo le loro proprietà ed evita i prodotti profumati, che possono irritare la pelle e provocare reazioni allergiche. Se il bambino dovesse scottarsi leggermente, può avere un arrossamento, talvolta prurito: potrai dargli sollievo facendogli degli impacchi con acqua fredda che, applicati sulla zona interessata, calmano il dolore. Per gli impacchi, puoi sciogliere due cucchiaini di bicarbonato in un litro d’acqua: un rimedio efficace, che potenzia l’effetto calmante della spugnatura.

Sulla pelle ustionata applica una lozione doposole, quando la scottatura non è grave e ci sono lesioni aperte. Se l’ustione è grave, è opportuno far vedere il bambino da un medico. La scottatura è pericolosa nel bambino, perché può provocare in fretta una disidratazione molto grave. Il bambino ustionato deve bere molta acqua per reintegrare i liquidi. Se la pelle ustionata presenta delle bolle, è bene applicare una crema antibiotica e coprire la zona con garze sterili.

DA RICORDARE

In montagna serve maggiore protezione, in quanto i raggi del sole sono meno filtrati, il pericolo di scottature così aumenta e quindi la pelle va protetta con maggiore attenzione. Non solo per i piccoli, ma anche per i grandi