Recarsi in ufficio senza make-up provoca più stress di un colloquio di lavoro, o di un primo appuntamento. Sarà per la carenza di autostima, o perché un po’ di trucco è in grado, quasi sempre, di dare sicurezza e aiutare ad affrontare i faccia a faccia quotidiani, ma per due donne su tre andare al lavoro senza aver assicurato al proprio viso un aspetto più che presentabile è quasi impossibile.

Si torna a parlare di make-up sul lavoro, un argomento sul quale sono stati scritti fiumi di testi e che rappresenta spesso oggetto di studi e indagini: questa sono stati raccolti i pareri di 3 mila donne lavoratrici inglesi.

Oltre la metà delle intervistate ha ammesso di non avere alcuna remora nel mostrarsi senza trucco in famiglia, dagli amici o dal proprio partner, ma l’idea di recarsi in ufficio priva di make-up spaventa più di quanto si possa pensare. Per il 70 per cento delle donne interpellate il pensiero di farsi vedere al naturale, o con i capelli in disordine, al proprio capo o anche solo ai colleghi di lavoro è una forte fonte di stress, molto più che affrontare una selezione o negoziare un aumento.

Questo timore ha come conseguenza la necessità di allungare i tempi di preparazione mattutina, ma rappresenta anche un incentivo per migliorarsi in ambito professionale, una sorta di leva che spinge il sesso debole a migliorarsi e a costruirsi un’autostima solida.

Questo sondaggio si aggiunge ad altri studi recenti che hanno messo in luce come i datori di lavoro vedano le donne che sono solite truccarsi eccessivamente sul lavoro, generalmente tenute in poca considerazione e poco credibili da punto di vista professionale.

Non stupirà, tuttavia, apprendere che per il 3 per cento delle donne intervistate sarebbe stressante anche recarsi in palestra priva di trucco, mentre una su sei ha ammesso di non trovare opportuno neanche aprire la porta al vicino di casa senza avere il viso imbellettato a dovere.

Fonte: Daily Mail