In un rapporto a due capita spesso di non essere d’accordo su tutto: le incomprensioni di coppia sono infatti una componente normale all’interno di una relazione.

Tuttavia, per non mettere in crisi la serenità a due, è importante saper gestire al meglio ogni incomprensione, evitando di alzare muri che potrebbero diventare col tempo insormontabili e facendo pace.

Se affrontati con razionalità e pazienza, la maggior parte dei problemi di coppia possono essere risolti, prima che si trasformino in liti furiose o in una vera e propria crisi, anche se è bene distinguere tra semplici incomprensioni legate ad aspetti normali della quotidianità da vere e proprie divergenze di vedute per quello che riguarda il futuro insieme.

In altre parole se l’incomprensione riguarda la volontà o meno di avere un figlio o di sposarsi, forse è meglio prendersi una pausa e riflettere bene su quello che può essere il futuro della relazione.

Detto questo, ecco come affrontare al meglio le più classiche incomprensioni di coppia.

  • Parlare sempre. La prima regola per superare le incomprensioni è parlarsi. Se c’è qualcosa che non va nel rapporto è assolutamente indispensabile parlarne con il partner, a costo di litigare. Meglio un sano litigio che può portare a chiarire la situazione di un silenzio che al contrario può ingigantire pericolosamente anche il più piccolo problema di coppia.
  • Spiegare e non accusare. Se affrontare ogni incomprensione è doveroso, altrettanto importante è il modo in cui lo si fa. Bisognerebbe, infatti, cercare di spiegare pazientemente il proprio punto di vista evitando di accusare l’altro di non capire e di non essere capace di gestire la situazione. Un’incomprensione non deve mai trasformarsi in un pretesto per accusare o, peggio, insultate l’altro. Se questo accade spesso può essere la spia di un problema più serio.
  • Usare le parole giuste. Per spiegare al partner il proprio punto di vista e trovare un accordo, inoltre, è utile usare le parole in modo strategico. Un classico esempio? Mai esordire con “tu non capisci” e meglio puntare su “so che puoi capirmi, per questo sto cercando di spiegarti come la penso“. In questo modo infatti è più semplice mettere l’altro nella condizione di ascoltare con animo positivo e dunque senza che si metta sulla difensiva.
  • Scendere a compromessi. Ci sono incomprensioni che possono anche non essere risolte. Che fare in questi casi? Se non si tratta di un’incompatibilità profonda che riguarda il modo in cui si intende il rapporto, l’unica soluzione è cercare di trovare un compromesso accettabile per entrambi.
  • Accettare l’altro. In una coppia, dunque, può capitare di non capirsi tuttavia è importante non esasperare i toni e soprattutto non pretendere a tutti i costi di avere ragione e di essere alla parte del giusto. Imporre le proprie idee non solo è controproducente, ma dimostra di non saper accettare l’altro per quello che è, presupposto vitale in una relazione sana.
  • Dimostrare all’altro di aver capito. Infine, è bene tenere presente che spesso un gesto vale più di mille parole. Il modo migliore per superare un’incomprensione è allora quello di fare qualcosa in grado di dimostrare all’altro che si è capito il suo punto di vista. Alla prossima occasione, con ogni probabilità, sarà l’altro a compiere un gesto di riappacificazione.