Soprattutto nel nord Italia il freddo comincia a farsi sentire, mentre al sud non di rado si assistono a repentini sbalzi di temperatura. In entrambe i casi, il rischio di prendere l’influenza è molto forte e, anzi, secondo gli esperti entro le festività natalizie saranno dai 2 ai 5 milioni gli italiani colpiti dal virus.

Entro una o due settimane ci aspettiamo i primi casi in Italia, anche se il picco sarà tra tre o quattro settimane, visto che è arrivato il freddo.

ha spiegato il virologo Fabrizio Pregliasco dell’Università di Milano. Dipende comunque da quanto freddo farà il numero di coloro che verranno colpiti dall’influenza: se questo sarà continuo, i casi saranno più numerosi, mentre se si avranno dei momenti in cui la temperatura sarà un po’ più alta, questi toccheranno “solo” 2 milioni di cittadini.

Sono tre i virus che minacceranno temporaneamente la nostra salute, tra i quali due saranno stagionali australiani.

Chi volesse comunque prevenire un’eventuale influenza>, può ricorrere ai vaccini antinfluenzali, che coprono tutti e tre i virus interessati. Si ricorda inoltre che le regole per la prevenzione sono sempre le stesse, ovvero lavarsi le mani frequentemente e con il sapone ed evitare luoghi troppo affollati, anche se chiaramente non vi è alcuna certezza di non contrarre alcun virus.