Intraprendere un’alimentazione sana non è facile. Spesso, in cucina si usano gli alimenti confezionati, questi ultimi possono celare molte insidie come ad esempio contenere troppo sale, troppi grassi o troppi zuccheri; specialmente quando si parla di alimenti sottoposti a raffinazione, il discorso si fa più serio.

Addirittura, alcuni governi hanno deciso di imporre una tassa sugli alimenti considerati nocivi. Ecco quindi si seguito una lista degli alimenti raffinati più usati in cucina e che rientrano tra quelli che mettono a rischio l’alimentazione sana.

Sale: in Italia se ne consuma ancora tantissimo. Infatti, la media giornaliera raccomandata dall’OMS ammonta a 5 gr, mentre in realtà gli italiani ne consumano il doppio. Quali sono però i rischi effettivi dell’eccesso di sale? Uno dei pericoli più grandi è l’innalzamento della pressione arteriosa e il conseguente sviluppo di malattie cardiovascolari. Da alcune ricerche è emerso come ridurre il sale nella propria dieta riduca anche il numero di morti annui. Un piccolo consiglio? Meglio optare per il sale iodato.

Grassi idrogenati: il tempo di degradazione di questi grassi è più lungo e spesso vengono usati per i prodotti surgelati, piatti pronti e margarina. I rischi della salute, legati a questi grassi sono molti, ad esempio possono influire sulla pressione sanguigna, aumentare il colesterolo o portare alla comparsa di arteriosclerosi e ictus.

Zucchero: è forse uno degli alimenti più consumati al mondo, e anche quello che genera più rischi per la salute quali diabete, obesità, ipertensione, malattie al fegato e disturbi al funzionamento corretto del metabolismo. Il perché? Semplice, lo zucchero quando viene estratto non è bianco, per fargli prendere quel colore si impiegano elementi come carbone animale, calce e zolfo.

Olio di palma: spesso viene indicato sulle etichette come olio vegetale; tale olio contiene molti grassi saturi e il rischio maggiore è quello dello sviluppo di malattie cardiovascolari. Inoltre, per la produzione di tale olio vengono abbattute intere foreste provocando un grande impatto ambientale.

Farina 00: un altro ingrediente che come lo zucchero è onnipresente; a causa del processo di raffinazione, la farina di tipo 00 perde molte proprietà e proprio la perdita di queste ultime favorisce la produzione di un alimento poco sano. I rischi legati a tale ingrediente sono la glicemia e di conseguenza l’insulina.

Alla fine, il consiglio è sempre quello di fare attenzione agli alimenti che mettiamo nel carrello e di informarsi. Bastano pochi accorgimenti come leggere le etichette per bene oppure optare per cibi di produzione biologica o meglio, casareccia. Che c’è di più buono e salutare di una pagnotta fatta in casa?