Innamorarsi del miglior amico, che disdetta! A Julia Roberts, nel film “Il Matrimonio del mio migliore amico“, serve un matrimonio per capirlo e un grande amore per desistere dalla seduzione. Ma anche lontano da Hollywood e dalle sue commedie patinate, quella per il compagno di sempre è una sbandata foriera di problemi e, spesso, sofferenze.

Se i sentimenti sono ricambiati c’è la possibilità di iniziare la storia del secolo, ma se è un amore a senso unico c’è il rischio di gettare alle ortiche l’amicizia più importante della vita. Ecco cosa c’è da sapere sull’argomento e come  comportarsi.

  • Per non rovinare l’amicizia è bene essere più che certe dei propri sentimenti, perché una volta intrapresa una strada tornare indietro è impossibile.
  • Con il migliore amico si condivide tutto tranne l’intimità sessuale, per questo motivo distinguere i sentimenti a volte è più difficile di quello che sembri.
  • Se si è solo invaghite, meglio provare a soprassedere; se invece quello che si prova è davvero amore si può tentare di sedurlo.
  • Solo dopo aver fatto chiarezza, si può pensare a come confessarlo. La strada più indolore? Iniziare sondando il terreno e poi parlare con franchezza.
  • Se la seduzione va a buon fine, il sesso, le prime volte, potrebbe essere imbarazzante. Il lato positivo? Il fatto di conoscersi permette di sdrammatizzare il momento con qualche scherzo e molte risate.
  • Una relazione con il proprio migliore amico se e quando finisce potrebbe significare il pericolo di perdere non solo un fidanzato. Inutile vivere con ansia, altrimenti si rischia di rovinare tutto ancor prima che si cominci.