Perdere peso in maniera futuristica, oggi si può grazie a innovazioni che sono state studiate per ridurre al minimo gli sforzi. Gli allenamenti in ufficio, la dieta dimagrante forzata, la ginnastica della casalinga sembrano essere tutte indicazioni ormai sorpassate da queste novità.

Si tratta ovviamente di nuovi strumenti che consentono anche di valutare quanto il problema dell’essere in sovrappeso sia tanto grave da spingere a trovare “rimedi alternativi“. È difficile quantificare la loro efficacia ma può essere comunque interessante prenderli in considerazione per vedere quanto la ricerca si occupi anche di questo settore.

Chi trascorre molte ore in ufficio ha certo poco tempo da dedicare alla ginnastica e per questa ragione è stata pensata la sedia ergonomica: una seduta che favorisce la circolazione, permette di mantenere la colonna vertebrale allineata, allevia le pressioni su collo e schiena. Non è tutto, perché è perfetta per gli esercizi di braccia, gambe, spalle, glutei e schiena, proprio stando comodamente sedute.

I ricercatori si sono interessati anche di strumenti capaci di quantificare la quantità di cibo da ingerire, l’unico problema è che piuttosto diverso valutare la quantità d’insalata rispetto a quella di pasta se si parla si calorie. Il contatore dovrebbe, infatti, contare i morsi ma individua come movimenti della mandibola anche l’uso del tovagliolo. Al momento ne è stata presentata anche una versione professionale ma sulle sue effettive capacità si sa ben poco.

Per chi non riesce proprio a stare lontano dai {#dolci} e dalle tentazioni c’è “Artic Zero”, un gelato che può essere scelto nella versione da 150 calorie oppure da 85 calorie. Vari gusti: menta, vaniglia, cioccolato, per ogni palato anche i più esigenti ma con il vantaggio di sapere quante calorie s’ingeriscono.

La bilancia è uno strumento che, per chi è a dieta dimagrante, certo non può mancare e più tecnologica è meglio si rivela essere. Esiste un particolare modello che li supera tutti perché è in grado di stimare il grasso corporeo attraverso piccole stimolazioni elettriche che individuano anche le aree di maggiore concentrazione. Bizzarro il suo nome, ovvero la “sfera di cristallo” che si rifà a un modello matematico che predice come il peso cambierà e quanto tempo ci vuole per raggiungerlo. Occorre fornire alla bilancia tutti i dati necessari per verificare anche il cambiamento dello stesso metabolismo. Al momento è in fase di sperimentazione ma i ricercatori ripongono buone speranze in un possibile suo uso in tempi brevi da parte dei dietologi.

Se poi volete risparmiare generando energia, potete farlo dotandovi di una macchina che permette di mantenersi in forma generando corrente. Il suo costo è piuttosto elevato e ovviamente richiede un impegno e un costante impiego per non rimanere al buio, un investimento che, per gli amanti del fitness, ma solo quelli veri, potrebbe essere una buona trovata.

Dormire e dimagrire sarebbe il sogno di molte, e si può farlo indossando una speciale camicia che è stata appositamente sviluppata con dei sensori. I prodotti futuristici nei negozi specializzati certo non mancano ma, nell’ultimo periodo, stanno subendo un notevole incremento. Le confezioni riportano sempre più in maniera dettagliata le quantità e le sostanze contenute così che il consumatore possa fare dei paragoni e scegliere in base alle proprie esigenze.

Fonte: Fitbie.