La pasta fresca è un cibo assai versatile, anche se spesso si preferisce la pasta secca per determinate preparazioni. Tra le tante ricette con la pasta fresca che si possono preparare, anche e soprattutto in vista dell’imminente estate c’è l’insalata di pasta. Per queste preparazioni spesso si utilizza la pasta secca, confezionata, ma anche la pasta fresca può rivelarsi ottima, anzi forse è solo oggetto di pregiudizi in cucina, l’importante è che dopo la scolatura e il risciacquo con acqua fredda si aggiunga un po’ d’olio d’oliva per impedire all’ingrediente di assumere la tipica consistenza collosa.

La pasta fresca dunque può seguire le tante ricette dell’insalata di pasta, con moltissimi ingredienti, a partire da verdura e ortaggi freschi, o comunque ingredienti di natura vegetale. Questi sono ottimi ingredienti soprattutto per l’aspetto del piatto, perché danno colore e brio: via libera quindi a pomodori, peperoni, carote, melanzane, rucola, radicchio o altra verdura, mais, piselli o patate.

Naturalmente non possono mancare ingredienti di altra natura, tonno oppure wurstel, pancetta affumicata oppure straccetti di salmone, uova sode, formaggi vari, dal cheddar all’emmenthal. Anche degli ingredienti precedentemente cotti non sono male, come straccetti di pollo, salsiccia e fettine di zucchina o cubetti di zucca, che ben si prestano a essere serviti con la pasta, freschi o anche a temperatura ambiente.

Il problema della pasta fresca è che ci vuole un po’ di tempo per prepararla, non tanto per l’impasto in sé, che richiede nel più semplice dei casi farina e acqua, quanto per le possibili lavorazioni, dalle tagliatelle alle orecchiette: giusto per fare un esempio, per le prime serve una particolare macchinetta, in commercio in versione elettrica e manuale, mentre per le seconde una buona manualità, è una di queste le ragioni per cui la pasta fresca non è alla portata di tutti. Tuttavia, fortunatamente la pasta fresca di può acquistare nei supermercati o nei minimarket, dove ancora oggi sapienti mani preparano la pasta in maniera artigianale. Così invece il tempo si risparmia: la cottura della pasta fresca non è come quella della pasta secca e anzi richiede pochissimi minuti, ma bisogna fare attenzione a non scuocerla.