Un caso che, ovviamente, non può che far discutere. In Israele due nonni, di cui non è stato divulgato il nome, avrebbero trovato una donna disposta a diventare madre del loro nipotino, il piccolo R., nato da inseminazione artificiale con lo sperma congelato del papà morto.

La vicenda sarebbe stata resa nota da Irit Rosenblum, direttrice di New Family, organizzazione fondata per difendere il diritto universale ad avere figli. Il padre del neonato aveva depositato il proprio sperma presso l’associazione prima di arruolarsi nell’esercito, nel caso avesse riportato ferite che avrebbero potuto renderlo sterile.

Al momento in Israele si conoscono soltanto dieci casi di bambini nati grazie allo sperma congelato di un defunto, ma finora erano state sempre le vedove a chiedere l’inseminazione artificiale.

Voi cosa ne pensate?