L’inserimento al nido è un momento emozionante ma anche un distacco potenzialmente traumatico, sia per i genitori sia per i bambini, che fino a quel momento sono stati sempre uniti, sotto il familiare tetto di casa. L’asilo nido, che accoglie le bambine e i bambini di età compresa tra i 3 mesi e i 3 anni, è però fondamentale perché concorre con le famiglie a incentivare la crescita emotiva, cognitiva e sociale dei piccoli nel rispetto delle varie fasi e dei ritmi personali di sviluppo.

Come momento chiave della vita familiare, il primo distacco per andare all’asilo può fare paura. Dunque, al di là delle iniziative proposte dalle scuole stesse per favorire questo passaggio delicato, ecco qualche consiglio per genitori e bambini sull’inserimento al nido.

Inserimento al nido: prima dell’inizio della scuola

  • Frequentate le giornate d’orientamento della scuola con il vostro bambino. Potrete conoscere insieme le maestre e vedere le aule, l’area giochi, quella del pisolino, i bagno e chiedere delle attività svolte. Questa familiarità aiuterà i piccoli quando inizieranno la scuola.
  • Nelle settimane che precedono l’inizio dell’asilo fate la strada da casa verso l’edificio scolastico proprio come lo percorrerete poi tutti i giorni. Questo permetterà al bambino di abituarsi ed eviterà qualsiasi ansia o timore almeno sul viaggio.
  • Praticate la nuova routine quotidiana legata alla scuola prima dell’inizio delle lezioni. Questo potrebbe significare svegliarsi un po’ prima la mattina e mettere a letto i bimbi prima la sera, ma non solo rassicurerà i piccoli, vi farà anche scoprire se il piano che avete organizzato per i giorni di scuola funziona ed è adatto al vostro stile di vita familiare.
  • Provate con anticipo la divisa o il grembiulino, magari facendo una specie di “recita” sul primo giorno di scuola, completa di cartella o cestino. Il bambino si divertirà e si abituerà all’idea, capendo che andare a scuola non è niente di strano.
  • Nella settimana prima dell’inizio della scuola fate diverse prove di pranzo con un menu simile a quello che sapete che proporranno ai bambini, o con il pranzo al sacco che fornirete voi se è il caso. Saprete così se il piccolo avrà problemi ad abituarsi a un’alimentazione diversa da quella con cui è cresciuto.
  • Cercate di organizzare con i genitori dei nuovi compagni di asilo nido qualche pomeriggio di giochi, prima dell’anno scolastico, così che i bambini già si conoscano e possano vedere qualche faccia nota arrivati in classe.
  • Non dimenticate di dare ai bimbi tanto amore e sostegno, con la possibilità di parlare sempre apertamente di eventuali timori che potrebbero avere. Prendete sul serio le loro preoccupazioni, confortateli e spiegate bene loro come si svolgeranno le giornate.

Inserimento al nido: durante l’anno scolastico

  • Stabilite una routine precisa quando andate a prendere i bambini al nido, perché riduce l’ansia e li aiuta a essere collaborativi. Può anche essere utile creare dei riti da ripetere al mattino, soprattutto se avete diversi bambini piccoli che inizieranno la scuola nel corso dei prossimi anni.
  • Trovare un momento tranquillo per chiacchierare con il bambino prima di dormire ogni sera e farvi raccontare la sua giornata. Se emerge qualcosa di particolare non trattenetevi dal parlarne subito con le maestre.I primi giorni di scuola sono stancanti, per questo i bimbi potrebbero soffrire di insonnia o irrequietezza. Abbiate pazienza e confortateli, passerà presto.
  • Garantire ai bambini una merenda e un’alimentazione sana e nutriente, con un occhio di riguardo a tutte le vitamine e i minerali essenziali di cui hanno bisogno.