Ciascuno di noi l’ha probabilmente sperimentata almeno una volta nella vita. Stiamo parlando dell’insonnia, disturbo che attanaglia tante persone, rendendo le loro notti interminabili campi di battaglia tra un rimedio e l’altro, alla ricerca della soluzione migliore per riuscire finalmente a riposare.   

Inutile rimarcare come il sonno sia fondamentale per mantenere una buona {#salute} e vitalità: purtroppo le vite piene di impegni e affanni presentano il conto da pagare proprio nelle ore notturne, impedendo un corretto riposo e facendoci apparire stanchi e stressati il giorno dopo. Esistono comunque alcuni semplici suggerimenti per abbandonarsi finalmente tra le braccia di Morfeo e godere il meritato riposo.

Anzitutto, bisogna spegnere televisione e computer: questi due elettrodomestici, inseparabili compagni delle nostre vite, si trasformano in nemici insidiosi al calar della sera. Passare ore e ore davanti al monitor del computer, oppure davanti al televisore, ci rende inevitabilmente nervosi e irritabili: questo si ripercuote sulla capacità di rilassarsi veramente nel momento in cui ci si corica. Una buona regola è quella che prevede di spegnere definitivamente TV e PC almeno un’ora prima di coricarsi, per dare modo all’organismo di rilassarsi.

Altra regola preziosa per conciliare il sonno: girare alla larga da caffeina e nicotina, almeno nelle ore pre-serali. Bere un caffè o un tè, o peggio ancora fumare una sigaretta poco prima di coricarsi, significa indurre un pericoloso stato di eccitazione, che impedirà di addormentarsi per diverse ore. Se proprio ci si vuole concedere una bevanda dopo cena, che sia decaffeinata.

Un buon sonno può essere inoltre favorito da una doccia rinfrescante: se non ne possedete una iperaccessoriata in grado di coccolarvi con getto massaggiante o cromoterapia, poco importa. L’acqua possiede di per sé un effetto molto rilassante, in grado di far scivolare via le tensioni accumulate durante il giorno.  

Occhio alla temperatura in casa: se è troppo calda vi impedirà di dormire bene; spegnete il termostato almeno un’ora prima di coricarvi. Già che ci siete, potete sdraiarvi e dedicarvi a qualche minuto di stretching rilassante: allungare i muscoli con dolcezza e in tutta calma vi aiuterà a raggiungere lo stato di rilassamento necessario per assicurarvi una notte tranquilla.  

Se poi tutti questi suggerimenti vi sembrano difficili da attuare, ricordate che le nostre nonne la sapevano lunga e i loro rimedi sono quasi sempre vincenti: una tazza di latte caldo e un buon libro sono da sempre il modo migliore per rifugiarsi tra le braccia di Morfeo, certi di non esserne bruscamente respinti.