Stanchezza e necessità di dormire di più sono malesseri molto comuni in gravidanza, tuttavia la carenza di sonno potrebbe essere legata ad altri eventi che riguardano in particolare il momento del parto. Secondo alcuni studiosi, infatti, l’insonnia può portare a una maggiore difficoltà nel mettere al mondo un figlio.

Un buon riposo durante la gestazione garantisce un parto senza intoppi?

Galleria di immagini: Ospedale e nursery

Un gruppo di ricercatori della Massey University, in Nuova Zelanda, ritiene possibile questa teoria, e per dimostrarla ha raccolto i dati relativi a quasi mille donne incinta, cercando anche di indagare quali sono le possibili cause che portano una futura mamma a dormire poco e male.

Secondo una delle ricercatrici, infatti, riuscire a dormire bene nell’ultimo periodo della gravidanza conduce a un parto sereno e rapido, che raramente richiede l’intervento medico per accelerare la nascita del bambino.

“Quando si parla con una donna in stato di gravidanza, tutti la avvertono che il sonno sarà terribile e difficoltoso. Ma bisognerebbe anche cercare di capire quanto i cambiamenti del sonno, e a che livello, possono iniziare a diventare preoccupati.”

I risultati di questo studio saranno completati solo nel 2012 e potrebbero rappresentare un grande passo avanti per la scienza ostetrica e ginecologica. Se si riuscisse a scoprire la natura dei problemi che spesso si verificano durante il parto, infatti, anche l’uso di farmaci stimolanti e lo stesso taglio cesareo di emergenza diventerebbero meno frequenti.