I due disturbi del sonno con cui è possibile trovarsi alle prese durante la gravidanza sono: difficoltà di addormentarsi dopo essersi coricate e risvegli improvvisi nel corso della notte.

Ansia e stress posso influire molto su  l’insonnia in gravidanza.  Una recente teoria afferma che l’insonnia in gravidanza serva alla futura mamma per essere già abituata a non dormire una volta nato il bimbo, così da poter seguire i ritmi del piccolo senza risentirne troppo.

il periodo in cui l’insonnia è più frequente è nell’ultimo trimestre, anche a causa del pancione che può impedire di trovare una posizione confortevole. L’arrivo del caldo può peggiorare la situazione.

Ecco alcuni consigli per assicurasi un sonno migliore.

Consumare una cena leggera, evitando di assumere sostanze eccitanti come: caffè o cola, preferire bere un bicchiere di latte caldo col miele. Leggere un libro, ascoltare una musica rilassante, fare un pediluvio oppure guardare un film in tranquillità. Assumere determinate posizione per dormire: sdraiate sulla schiena con la testa appoggiata su un cuscino, sul fianco sinistro con le gambe rannicchiate.Assumere i rimedi fitoterapici (camomilla, melissa e tiglio).  Frequentare un corso di preparazione al parto per condividere paure, dubbi e domande con le altre gestanti aiuta senz’altro a essere più serene, a tutto vantaggio del sonno notturno.

photo credit: Creativity Slivers Fotografia via photopin cc