Stando alle ultime statistiche, circa la metà degli italiani dichiara di avere problemi di insonnia o di non dormire in modo tranquillo e sereno. Non tutti sanno però che alcuni cibi possono influire in modo positivo o negativo sul sonno: consumare quelli che lo favoriscono e stimolano potrebbe aiutarvi a passare delle notti più tranquille e serene. Vediamo quali sono dunque i cibi che aiutano a combattere l’insonnia.

Le mandorle sono considerate uno degli {#alimenti} che maggiormente favoriscono il sonno per l’elevata presenza di magnesio che, da un lato, consente ai muscoli di rilassarsi, dall’altro facilita il sonno ininterrotto. La presenza delle proteine, inoltre, aiuta l’abbassamento dei livello di zuccheri nel sangue durante il sonno.

Anche se spesso si sconsiglia di consumarli in alcune {#diete}, i prodotti caseari – in particolar modo quelli freschi come il latte – sono un valido aiuto contro l’insonnia. Contengono infatti triptofano, un amminoacido che, alzando il livello della serotonina – una sostanza dall’azione calmante – e della melatonina, un pseudo ormone che sembra avere effetto sui ritmi di sonno e di veglia, favorisce un sonno tranquillo e senza interruzioni.

Possono sembrare un po’ indigeste da mangiare prima di andare a letto, ma le uova sode sono uno dei cibi che più aiutano a contrastare l’insonnia perché contengono sostanze calmanti. Le uova però sono un alimento che va consumato con moderazione o, eventualmente, senza l’albume.

Alcune ricerche hanno dimostrato che i cereali integrali, oltre ad avere uno scarso apporto di zuccheri, possono conciliare il sonno. Se consumati con dello yogurt fresco i cereali aiutano a stimolare la serotonina e a favorire un’azione rilassante e calmante. Quando i livelli di serotonina sono alti infatti, si comincia a sentire una sensazione di torpore e stanchezza, ideale per prendere sonno.

Potrà sembrare strano, ma i popcorn aiutano a dormire meglio. I carboidrati contenuti all’interno di questo alimento aiutano a innalzare i livelli di triptofano, lo stesso amminoacido contenuto nel latte e nello yogurt che a sua volta stimola la produzione di serotonina.

Anche le ciliegie secche possono aiutare a favorire il sonno, per lo stesso principio dei pop corn: carboidrati e serotonina. Oltre a questo contengono antiossidanti che, oltre a combattere l’invecchiamento e favorire la circolazione del sangue, possono aiutare ad assorbire i disagi dovuti ai jet lag che, com’è noto, non favoriscono certo il sonno. Il miele è uno degli alimenti per eccellenza usato per combattere l’insonnia. Una piccola quantità consumata prima di andare a letto può conciliare il sonno grazie alle sue proprietà che favoriscono il rilassamento. Anche le verdure costituiscono un valido aiuto contro l’insonnia, come lattuga, radicchio rosso e l’aglio, zucca, rape e cavoli.

Vediamo adesso quali sono i cibi da evitare assolutamente. Sicuramente alimenti come tè e caffè, ricchi di sostanze eccitanti, ma anche cacao, superalcolici, curry, paprika, sale in eccesso, salatini, alimenti in scatola e ricette preparare con i dadi industriali.

Infine, ecco un menù che potrebbe aiutarvi a ritrovare il sonno grazie al consumo di alimenti rilassanti.

Colazione: caffè d’orzo e latte, 5 frollini integrali e un frutto di stagione.

Spuntino di metà mattina: 1 frutto di stagione.

Pranzo: 2 uova sode in insalata e 1 porzione di fusilli integrali con verdure; 1 tisana di melissa.

Merenda: 1 pugnetto di semi di girasole.

Cena: 1 porzione di tacchino cotto in padella con olio e tocchetti d’ananas, 50 g di pane integrale, verdure cotte o crude a piacere; i tisana di passiflora.

Fonte: Health me Up.