Gli integratori per capelli risultano essere particolarmente indicati per risolvere i problemi per capelli sfibrati, opachi, secchi e sottili a causa di un periodo di forte stress, di alimentazione sbagliata, di trattamenti estetici ripetuti ed errati, di agenti atmosferici aggressivi. È importante scoprire la causa e porvi rimedio.

Bisogna cambiare prodotti, alimentazione, proteggere i capelli, ma in ogni caso può essere utile prendere degli integratori per capelli per ripristinare la loro struttura normale e ridare vigore alla chioma o rallentare, perlomeno, il processo di indebolimento. Ecco cosa deve contenere un integratore per svolgere al meglio le sue funzioni.

Le proteine: perché i capelli sono costituiti principalmente da cheratina, una proteina ricca di amminoacidi solforati (contenuti in carne e pesce). Tra gli amminoacidi più importanti che nutrono e proteggono, poi, la metionina, la cisteina e la cistina (un suo derivato), la taurina e l’arginina.

I minerali: il ferro, lo zinco, il magnesio, il selenio, lo zolfo ed il rame sono spesso carenti nell’alimentazione odierna. Per questo un integratore completo non può non contenerli.

Le vitamine e gli antiossidanti che prevengono l’invecchiamento di cute e capelli: presenti in generale nella frutta e nella verdura fresca, e in particolare negli agrumi, nei frutti di bosco, nel kiwi, nel tè verde, nei broccoli, non possono mancare negli integratori tricologici nelle varietà più utili al capello, come i flavonoidi, la vitamina C, le vitamine del gruppo B che stimolano la crescita e in particolare la Biotina, la vitamina E, le vitamine idrosolubili, l’acido folico.

Gli integratori alimentari, come spiega il termine stesso, servono a integrare quello che non si riesce ad assumere con l’alimentazione. Se, però, a conti fatti si giudica la propria dieta completa, varia ed equilibrata, è possibile che al posto degli integratori sia necessario puntare su altri tipi di sostanze per attenuare il problema.

Per nutrire i capelli si possono utilizzare integratori a base di amminoacidi solforati e vitamine; per riattivare la circolazione si utilizzano bioflavonoidi, estratti di peperoncino (capsaicina), senape, eucalipto (eucaliptolo), acido nicotinico; contro il sebo, tra gli ingredienti devono esserci zolfo e composti solforati, catrami vegetali, acido azelaico, vitamina H; per abbassare il livello di androgeni, gli ormoni maschili che influiscono negativamente sulla salute del capello, sostanze antiandrogene come la serenoa repens, i semi di zucca, i fitosteroli.