La nutrizione ha un impatto importante anche sulla bellezza, per questo gli integratori per capelli spesso sono la risposta migliore per mantenerli in salute: cambi stagionali, stress, dieta squilibrata e incompleta, inquinamento ambientale sono alcuni dei fattori che possono minare di più la propria chioma, rendendola vittima di caduta e di perdita di lucentezza.

Uno stile di vita sano e una esatta strategia alimentare sono due condizioni imprescindibili, tuttavia l’assunzione di un corretto integratore alimentare può rappresentare un valido aiuto, in quanto apporta determinate sostanze e nutrienti utili per l’ottimale crescita dei capelli.

Alcuni prodotti possono essere maggiormente efficaci per rimediare alla caduta dei capelli, altri possono contribuire a rafforzare un capello fine e sfibrato, altri ancora possono incidere sulla quantità di capelli e aiutare a infoltirli. Vediamo composizione e controindicazioni degli integratori per capelli, ricordando sempre che per problemi di salute è necessario consultare il parere di un medico o di uno specialista.

Leggi anche: I migliori integratori per capelli

Integratori per capelli: cosa devono contenere

  • Vitamine: sono estremamente importanti per la salute dei capelli. Quelle che un buon integratore non dovrebbe mai dimenticare di possedere sono soprattutto quelle del gruppo A, del gruppo B (soprattutto la biotina), del gruppo E e del gruppo C. Questi ultimi due tipi, in particolare, aiutano a combattere l’invecchiamento e a favorire la circolazione sanguigna, proprietà in grado di aiutare la salute della propria chioma.
  • Amminoacidi: i più importanti sono soprattutto i solforati, assolutamente fondamentali per la salute dei capelli. A questi fanno seguito la taurina, la metionina e la cisteina (che permettono di irrobustire la chioma e di contrastare la caduta dei capelli).
  • Minerali: ferro, zinco, magnesio, selenio e rame sono minerali che dovrebbero essere assunti prima di tutto grazie ad una corretta alimentazione ma che possono essere comunque integrati per brevi periodi, in caso di carenze.

Leggi anche: capelli lunghi come le star

Integratori per capelli: controindicazioni

Controindicazioni ed eventuali effetti collaterali possono cambiare da soggetto a soggetto. Se assumendo un integratore per capelli si notano delle anomalie, la prima cosa da fare è quella di sospenderne l’utilizzo, di cambiare eventualmente prodotto oppure, cosa più saggia, consultare un medico specialista che possa guidare meglio nel percorso che porta alla risoluzione del problema.

La cisteina può provocare raramente calcoli renali, febbre, naso che cola, vomito, nausea e senso di costrizione nella zona del torace. Proprio perché potrebbe comportare effetti collaterali, la cosa migliore da fare è quella di non assumere questo tipo di integratore se non dietro prescrizione medica, evitando così di ricorrere ad un fai da te che potrebbe essere dannoso per la salute anziché portare dei giovamenti ai propri capelli.