Adrenal Fatigue: la chiamano così gli esperti. Si tratta di una vera e propria controindicazione del moderno lifestyle.

Ovvero, se vi sentite spesso stanche, più spesso irascibili, se avete difficoltà di concentrazione e magari anche il vostro desiderio sessuale è calato… benvenute nel club.

Ma non preoccupatevi, non si tratta di un male oscuro. Anzi, ecco cause, reazioni e rimedi…

La sindrome del 21° secolo ha una causa fisica specifica: come suggerisce il nome, “Adrenal Fatigue”, i sintomi si verificano in presenza di sovraccarico del surrene, e colpisce più facilmente le donne rispetto agli uomini. Il surrene è in grado di produrre grandi quantità di cortisolo durante i periodi di stress, ma il problema della vita moderna è che lo stress perenne sovracarica questa produzione finché il corpo risponde in modo inefficace agli stimoli.

Non ci sono segni fisici manifesti di questo malessere, ma chi ne è affetto tende ad avere momenti problematici per il risveglio mattutino, svogliatezza e sposatezza, stanchezza e depressività. Tutto questo si traduce anche in nervosismo (solitamente incrementato dall’alto consumo di caffè e bevante zuccherate o gassose).

Il numero di persone affette, dicono le organizzazioni mediche, sta aumentando a vista d’occhio, e pare che un terzo della popolazione sperimenti almeno una volta nella vita l'”Adrenal Fatigue” per periodi brevi, lunghi o intervallati; la condizione è incredibilmente comune oggi, fomentata da preoccupazioni economiche e ansia per il lavoro.

Il problema è difficile da diagnosticare, poiché la maggior parte dei test medici superficiali sono di tipo generico; tuttavia, alcuni medici inglesi sostengono che sia possibile arginare la sindrome: mangiare molto frumento, pesce e frutta per incrementare magnesio e vitamine B5, B12 e C. Fate esercizio fisico regolare e prendetevi (forzatamente!!) del tempo per rilassarvi: prenotate qlache seduta dalll’estetista o dei massaggi, basta che siano regolari, oppure andate al cinema o guardate più TV.