Si è appena conclusa la primissima partita della nostra nazionale: un esordio un po’ combattuto quello degli azzurri in questa competizione contro il Paraguay. Avversari validi, a tratti un po’ troppo fallosi, ma degni di una competizione accesa fino alla fine.

90 minuti sudati, giocati a tratti sotto la pioggia. 1 a 1: questo il risultato finale del match che ha visto gli azzurri come protagonisti. E, fortunatamente, è stato sfatato il pronostico di Roque Santa Cruz, attaccante del Paraguay, il quale aveva previsto la vittoria della sua squadra sugli italiani.

Il primo tempo si è chiuso con il vantaggio del Paraguay, grazie al colpo di testa miracoloso di Alcaraz, il quale ha lasciato pietrificato il nostro Gigi Buffon al centro della porta. Proprio il nostro portiere, tanto ben voluto e lodato da tutti, ha dovuto lasciare il campo di gioco: con l’inizio del secondo tempo, difatti, Buffon ha lasciato il suo posto a Marchetti, a causa del dolore alla schiena che si fa risentire.

Finalmente, a qualche minuto dal sessantesimo arriva il pareggio dell’Italia, grazie al piede fortunato di De Rossi. Scoppia un boato nello stadio e, senza dubbio, in tutte le case degli italiani. De Rossi va a festeggiare tra le braccia di Gattuso, il quale stasera ha assistito al match dalla panchina.

Al termine della partita viene intervistato l’allenatore Lippi:

Partite come queste vanno vinte. Il rammarico più grande è proprio per il risultato, meritavano di fare bottino pieno. I paraguayani l’unica volta che si sono avvicinati alla nostra porta hanno fatto gol. Loro si sono limitati a controllare e non hanno fatto niente, noi abbiamo fatto la partita. C’è stata una bella reazione, ma dobbiamo fare di più sotto porta e sotto rete.

In merito al problemuccio di Buffon, così commenta:

Ha un problema alla schiena. Recuperarlo per la prossima partita? Lo devono dire i medici.

De Rossi, a caldo, si esprime in merito al goal:

È stato mio gol più importante in Nazionale. Non ho mai avuto dubbi sul fatto di essere in grado di giocare oggi. Il campo era pesantissimo, pioveva davvero molto.

Tanti i giocatori meritevoli per questa prima partita: da Montolivo a De Rossi. Ora l’unica cosa da fare è recuperare le forze per la partita di domenica 20 giugno contro la Nuova Zelanda.