Italia’s got talent si avvia alla fase finale. Sono stati selezionati i 48 semifinalisti, scelti tra i 117 che hanno passato la prima fase di gioco, venendo approvati da almeno due su tre tra i giudici Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi.

Italia’s got talent ha sfornato finora alcuni dei talenti più strani ed eccentrici finora visti in TV, e questa caratteristica è stata premiata dal pubblico. L’ultima puntata, quella di ieri, è stata vista da quasi 9 milioni di spettatori in media con il 34,3% di pubblico. Il talent riposerà sabato prossimo per lasciare spazio al Festival di Sanremo e proseguirà la settimana successiva con le semifinali.

Galleria di immagini: Italia's got talent

Tra i semifinalisti sono stati selezionati alcuni dei talenti maggiormente inusuali, anche per lo spettacolo fornito: Alexsander De Bastiani (mangiaspade), Anna K (pole dancer), Anna Volpe (prefissi a memoria), Battista Bonetti e il suo gruppo (Bike trial), Borotalko (ballerini), BIT (burattino virtuale), Devin De Bianchi (acrobata), Drum Dance Women Company (percussioniste), Emil Faccoli (ballerino di breakdance), Emanuele e Leonardo d’Angelo (ballerini di tip tap), Eugenio Amato (cantante), famiglia Brambilla (ballo in abiti da pupazzi), famiglia Cascavilla (attori e musicisti), Federica Balucani (cantante lirica), Federico Curzi (equilibrista), Federico Soldati (mentalista), Francesco e Vincenzo De Stefano con Olga e Natalia Tatievskaya (pianisti), Giacomo Garavini (ballerino di hip hop), Giose Angelo Catalano (cantante), Igor e Andrea Matyuschenko (acrobati), Io, lui, l’altro (cabaret), Le Short Girls (attrici), Luigi Fiorentino (giocoliere), Luigi Necci (cantante), Mago Paolo (bolle di sapone), Massimo Ceccovecchi e Tiziano Storti (improvvisatori teatrali), Matteo e Ludovica Antonietti (ballerini di tango), Michele Ormella (stripper), Mirco Pontesilli (cantante comico), Nicola l’impennatore (acrobata), Nicola Pesaresi (ventriloquo), Otis Mallià (suonatore di cornamusa con il sedere), Paolo Patrizi (Trial Bike), Paolo Borghi (suonatore di hang), Pierangelo Gullo (cantante), Pino De Lucia (pianista e poeta), Raffaello Benedettini (inni nazionali a memoria), Romina Nicole Minadeo e Francesca Mottola (sexy sirene), Salvo Randazzo (cantante), Silhoù (ballo in silhouette), Simone Ravenda (mentalista), Sirya Luongo (acrobata), Stefano Scarpa (flagman), Teatrallegria (gruppo di mimo), Terenzio Traisci (comico), The Jasters (lanciatori di coltelli), Thomas De Gobbi (dj e sax), True black (black theatre).

Tante volte si è provato ad analizzare il successo di questa trasmissione: tra i possibili motivi possono esserci il fatto che i giudici si divertano realmente di fronte a questi strani talenti, o anche che il pubblico sia un po’ stanco delle solite cose. A rispondere a questa domanda è stata appunto una dei giudici e produttrice del talent, {#Maria De Filippi}:

«Mi comporto semplicemente come una spettatrice e non come una produttrice. Se una cosa mi piace mi emoziono e mi lascio andare, se mi fa ridere rido, faccio ciò che sento sul momento. Sono come una persona qualsiasi davanti alla TV. La semplicità e la sincerità pagano sempre.»

Fonte: Davide Maggio, Il Messaggero.