Manca poco meno di un mese al ritorno, si spera trionfale, di “Italia’s got talent“, il talent show già andato in onda, in forma sperimentale, su Canale 5 alla fine del 2009 con la prima puntata pilota. Riscosse enorme successo, registrando il 26.62% medio di share per un totale di 5.387.000 spettatori.

Simone Annichiarico, conduttore dello show, e il trio della giuria, composta da Maria De Filippi, Gerry Scotti e Rudy Zerbi, farà di nuovo un prezioso canestro da fuori area? Le premesse positive ci sono tutte. Ancora una volta, si darà spazio alla gente comune, alle loro capacità, ai talenti invisibili, i quali si celano dietro a italiani di tutte le età, e vedremo i concorrenti in azione nelle specialità più disparate.

Il talent show si ispira alle rispettive versioni inglesi e americane “Britain’s Got Talent” e “America’s Got Talent”. La versione nostrana, prodotta dalla Fascino PGT di Maria De Filippi su licenza Grundy Italia e diretta da Roberto Cenci, allieterà i nostri lunedì sera, al fianco dei vari spettacoli Mediaset programmati per questa primavera 2010, quali “Ciao Darwin”, già in onda su Canale 5, e il futuro “Lo show dei record”.

Non sottovalutiamo un appuntamento di questo calibro, poiché la versione inglese del talent show in questione ha lanciato l’ormai famosissima Susan Boyle, la prova vivente che, per avere successo, la cosa che più conta sono le proprie qualità e capacità. Quindi cantanti, maghi, comici, ballerini e tutti coloro che vogliono esibirsi in una personale performance, fatevi avanti. E ricordate: volere è potere.