Più di 1450 espositori e 2400 imbarcazioni al 49° Salone Nautico Internazionale di Genova, dove il nuovo Fifty Itama è stato presentato per il suo debutto ufficiale.

Il 16 metri è immediatamente riconoscibile per il design ideato dall’architetto Marco Casali e dall’Engineering Department di Itama e Advanced Yacht Technology del Gruppo Ferretti.

Una carena a V, lo scafo blu e la coperta bianca, formula rimasta inalterata per tutte le tipologie Open Itama, la flotta dei leggeri ma potenti.

La linea è sobria e minimalista, pronta a soddisfare le esigenze di chi ama sentire la spinta del motore sul pelo dell’acqua senza mediazioni di sorta.

La struttura dell’Itama Fifty è realizzata con laminazione per infusione dei componenti in vetroresina il che garantisce buonissime prestazioni anche rispetto al peso: la velocità massima in grado di raggiungere è di 34 nodi tramite due motori MAN 800 mhp.

Il Fifty Itama ha due buoni ragioni per diventare uno yacht ben apprezzato dagli amanti del settore, la prima è che si presta sia come day-cruiser sia come open da crociera, la seconda è insita nella prima: il nuovo di casa Ferretti è stato progettato per regalare ai suoi fruitori maggiore privacy e al tempo stesso maggiore prestazione su acqua.

Rispetto agli altri Open, il Fifty possiede un layout dagli spazi diversificati che ottimizzano l’abitabilità: troviamo due cabine a prua e una VIP a poppa, tutte complete di bagno, elegante anche la resa del cucinotto inserito perfettamente nell’insieme.

Alla cura delle decorazioni interne che spaziano dal legno degli arredi alla scelta del materiale decorativo, si aggiunge la selezione di pelli pregiate delle rifiniture. Inoltre, le altezze di tutte e tre le cabine sono state alzate rispetto ai modelli precedenti per agevolare i movimenti e quindi il comfort generale di navigazione.