Dopo le sue recenti rivelazioni su quante volte al giorno si da piacere da solo, che hanno lasciato senza parole non pochi, James Franco torna alla carica e continua a parlare senza mezzi termini della sua vita privata, tendenze sessuali comprese.

Questa volta il protagonista di “127 Hours” prende la parola attraverso il magazine “The Advocate”, dove si parla del suo ultimo film “Howl”, una sorta di biografia del poeta gay Allen Ginsberg. Quando il discorso cade sul numero dei personaggi omosessuali interpretati da James Franco, quest’ultimo afferma una volta per tutte di essere eterosessuale.

Galleria di immagini: James Franco

Se fossi gay lo direi. Credo che la ragione per non farlo sarebbe quella di non rovinarsi la carriera. Suppongo che questo sia il motivo per cui molti non lo dicono. Ma no, non è un motivo che mi avrebbe scoraggiato, io faccio ciò che mi prefiggo di fare. Tutti pensano che io sia gay perché mi piacciono questi ruoli. Ma non è vero, non fumo marijuana e non sono gay.

È sempre nella stessa intervista che l’attore californiano afferma di amare i ruoli particolari, quelli che non sono stati mai portati sul grande schermo, spesso relativi a persone realmente esistite con una storia forte. Nonostante la voce sulla sua presunta omosessualità girasse ormai da qualche anno, James ha quindi deciso di mettere fine a questa diceria che alla fine si è rivelata falsa.

D’altra parte non tutti ricordano che la star trentaduenne è stata legata alla collega Ahna O’Reilly per oltre cinque anni. Ma in questi casi non si può mai dire.