Tim Hill, regista dei film a tecnica mista “Garfield 2” (2006) e “Alvin Superstar” (2007), tornerà a dirigere una commedia live-action/animazione CG prodotta da Universal Studios e dalla sua affiliata Illumination Entertainment.

La pellicola intitolata I Hop vedrà come protagonista l’attore statunitense James Marsden (trilogia di “X-Men”, “Superman returns”, “The Box”) nei panni di un maldestro criminale che ferisce accidentalmente il Coniglio Pasquale (Easter Bunny) doppiato nella versione originale in inglese dall’attore comico e conduttore britannico Russell Brand. Marsden dovrà sostituire il coniglio per salvare così la festività pasquale.

La sceneggiatura di “I Hop” (“Io saltello”) è affidata al trio Cinco Paul, Ken Daurio (“Cattivissime Me”, “Ortone e il mondo dei Chi”) e Brian Lynch (“In cerca di Amy”, “A Better Place”), mentre a capo della produzione ci sono i fondatori della Illumination Entertainment, Christopher Meledandri e John Cohen.

Non è stata ancora annunciata la data di uscita del film, ma con ogni probabilità sarà nelle sale cinematografiche per le festività pasquali del 2011. Intanto la coppia James Mardsen-Cameron Diaz sarà protagonista di The Box, thriller scritto e diretto da Richard Kelly (“Donnie Darko”) basato sul breve racconto “Button, Button” di Richard Matheson. Il film è già uscito negli USA lo scorso novembre, ma in Italia arriverà in aprile. Successivamente Marsden sarà ancora protagonista di due remake: “Death at a Funeral” diretto da Neil LaBute (remake di “Funeral Party” di Frank Oz) e “Straw Dogs” di Rod Lurie (“Cane di paglia”, di Sam Peckinpah).

Nella tradizione italiana legata alla Pasqua, il Coniglio Pasquale non esiste, perché è una figura nata nei paesi dell’Europa settentrionale (Germania e Regno Unito) e molto diffusa anche negli Stati Uniti. Secondo la credenza popolare, il Coniglio Pasquale porta uova colorate ai bambini che durante l’anno si sono comportati bene, ma siccome è dispettoso le nasconde nel giardino.

Il mito nasce dall’antico culto della dea Eostre, divinità pagana portatrice di fertilità e collegata all’equinozio di primavera. Pasqua in inglese si dice appunto Easter (Ostern in tedesco). I simboli di Eostre sono il coniglio e la lepre perché è risaputo che i leporidi hanno capacità riproduttive notevoli, inoltre i germani e i britanni erano convinti che questi animali fossero rappresentati nelle aree nere della luna e perciò ritenuti sacri. Le uova, che simboleggiano la creazione e la rinascita, vengono portate dai simboli terreni di Eostre perché è proprio nella stagione da questa annunciata che gli uccelli le depongono.