In questi ultimi mesi, tutta una serie di voci sul quarto episodio dedicato alla saga del super agente Jason Bourne, hanno prima confermato e poi successivamente smentito il fallimento del progetto. Che qualcosa non stesse procedendo per il verso giusto, lo si era capito quando il regista dei primi tre film, Paul Greengrass aveva deciso di abbandonare il progetto, a causa di alcune divergenze creative con la casa di produzione.

Dopo l’abbandono del regista, lo stesso attore protagonista Matt Damon ha minacciato di abbandonare Bourne 4 se Greengrass non fosse ritornato a dirigere la pellicola, ed è andata proprio in questo modo. Damon, lasciando la produzione, ha per ora definitivamente bloccato la macchina produttiva del film, queste sono state alcune dichiarazioni rilasciate su “Empire” dall’attore:

Probabilmente ci sarà un prequel di qualche tipo con un altro attore e un altro regista prima che noi facciamo un nuovo film, e penso che questo non possa succedere prima di cinque anni, dal momento che non abbiamo uno script.

I primi problemi riscontrati durante la produzione sono nati per colpa di una cattiva sceneggiatura, causata principalmente dal poco tempo avuto a disposizione. La Universal, a questo punto sembra intenzionata a girare un prequel, che racconti di episodi precedenti a quelli visti fino ad ora, e che chiaramente avrebbe per protagonista un altro attore al posto di Matt Damon.