Jean Paul Gaultier per OVS è la capsule collection realizzata dal fu enfant terrible della moda francese per il colosso italiano di moda low cost, circa 60 pezzi attesi da mesi da molte fashion addicted. Quella con Gaultier è l’ultima delle collaborazioni di OVS – dopo quelle con Elio Fiorucci, Costume National, Matthew Williamson, Kristina Ti e Alberto Aspesi – che da anni si è adeguata alla nuova tendenza del fast fashion di affidarsi a grandi stilisti per capsule destinate a scomparire in poche ore dagli scaffali.

Una collezione divertente, perfetta per i party di fine anno. Ho pensato a qualcosa di giocoso ma allo stesso tempo ricercato ed è per questo che ho disegnato una stampa con carte da gioco e ho usato tanti tagli asimmetrici“, ha commentato lo stesso Jean Paul Gaultier.

La collezione, disponibile sia per uomo che per donna, arriverà nei negozi selezionati dal 19 novembre (dal 18 novembre sarà possibile acquistarla on line – su ovs.it e ovsfashion.com per tutti i paesi della comunità europea), e il successo è già garantito, tanto che secondo la direttiva per gli acquisti, ogni cliente potrà acquistare al massimo un pezzo per ciascun articolo della collezione in edizione limitata, così da permettere a più persone possibile di possedere un capo (o accessorio).

A farla da protagonista lo stile marinière che ha fatto la fortuna della Maison francese, mixato a classici item da sera, dettagli rock’n’roll, paillettes e stampe colorate mescolate al bianco e nero. L’Haute Couture anni Ottanta di Jean Paul Gaultier, insomma, torna a dettare legge, ma ai prezzi più che democratici del brand italiano.

In attesa dell’arrivo della collezione, da qualche giorno è possibile godersi la campagna, firmata ancora una volta da McCann, affidata a Eugenio Recuenco, fotografo di fama internazionale (le sue opere sono state esposte al Reina Sofía di Madrid e al BAC di Barcelona), in questa occasione anche regista. Le immagini, ambientate in un’atmosfera rarefatta e quasi surreale, presentano figure – una sorta di Re, Regina, Alfiere, Cavallo e Torre – che emergono verso un cielo azzurro attraversato da nubi leggere, su un piano a scacchiera bianco e nero (gli scacchi assieme alle carte da gioco sono uno dei temi della collezione): è in questa scacchiera che irrompe un marinaio, simbolo per eccellenza dell’irriverenza di Jean Paul Gaultier.

Galleria di immagini: Jean Paul Gaultier per OVS, foto

Scopriamo, allora, alcuni modelli della collezione donna di Jean Paul Gaultier per OVS.

  • Trench: indossato in anteprima dalla top model Bianca Balti sul red carpet del Festival del Cinema a Venezia e poi da Amanda Lear a Berlino, in occasione della prima di The Grand One Show (spettacolo per il quale Gaultier ha realizzato più di 500 costumi). Si tratta di un mini abito doppiopetto, stile trench-coat, con strascico in materiale tecnico (149 euro).
  • Completo sartoriale: in tessuto maschile con inserti in organza, è formato da giacca spencer e gonna pantalone (79 euro la giacca e 79 euro la gonna pantalone).
  • Bomber: modello oversize in twill con la stampa carte da gioco e motivo a scacchi (109 euro).
  • Gonna foulard: dimensione maxi e reversibile con la stampa carte da gioco e motivo a scacchi in bianco e nero illuminato da paillette (89 euro).
  • Tuta: oversize, in twill con stampa ispirata alle carte da gioco (89 euro).
  • Tricot: maglioncini in lurex, morbidissimi, arricchiti dalle classiche righe marinare (39 euro).
  • Blusa e gonna tricotine: un outfit sensuale e sofisticato grazie a giochi di velature su maniche e décolleté (59 euro la blusa, 49 euro la gonna).
  • Abito monospalla: blusa asimmetrica in stampa carte da gioco e motivo a scacchi (109 euro).
  • Top marinière: la maglietta a righe Breton, lanciata da Coco Chanel e introdotta nella Haute Couture proprio da Jean Paul Gaultier, è uno degli evergreen del look femminile. Per Ovs, la ripresenta in veste iper glam ma senza stravolgere la sua natura navy (39 euro).
  • Abito chiodo: il chiodo in ecopelle diventa abito. Un pezzo originale e di carattere visto indossa a Matilde Gioli sul red carpet del Festival del cinema di Venezia (149 euro).