È stato un weekend davvero combattuto al botteghino americano, ma alla fine l’ha spuntata lei. Jennifer Aniston con la sua nuova commedia romantica “Mia moglie per finta” è riuscita infatti a battere, seppure solo di un soffio, il debutto cinematografico di Justin Bieber.

L’atteso (soprattutto dal pubblico delle più giovani) “Justin Bieber: Never Say Never“, il film autobiografico sulla storia del giovane divo canadese, ha infatti totalizzato al box-office Usa 30.3 milioni di dollari, giusto un filo sotto gli incassi di “Mia moglie per finta (Just Go With IT)”, il film con la Aniston, e il comico Adam Sandler, che ha raggranellato 31 milioni.

Galleria di immagini: Justin Bieber

Un testa a testa davvero serrato, quindi, che ha visto la vittoria dell’ex star di “Friends” nonché ex di Brad Pitt ormai reinventatasi alla grande come regina delle romcom americane, visto che l’attrice ha già alle spalle diversi altri successi come “…e alla fine arriva Polly”, “Vizi di famiglia”, “Ti odio, ti lascio, ti…” e i recenti “Il cacciatore di ex” e “Due cuori in provetta“.

Nonostante la sconfitta di misura anche Justin Bieber può comunque ritenersi più che soddisfatto: “Never Say Never” ha infatti conquistato in pieno il suo target, visto che ben l’84% del pubblico che è andato a vedere il film nel suo primo weekend di programmazione era femminile e il 64% sotto i 25 anni; in Italia invece le fan di Bieber dovranno aspettare fino al 13 aprile. Tra gli altri risultati del botteghino americano, da segnalare anche il buon esordio del nuovo film d’animazione marchiato Dinsey: “Gnomeo e Giulietta” ha infatti incassato la rispettabile cifra di 25.5 milioni di dollari.