Sembravano una coppia perfetta Jennifer Lawrence e Darren Aronofsky quando solcavano i red carpet per la promozione di “Mother!”, malgrado i 20 anni di differenza d’età: 27 anni lei, giovanissima attrice che già vanta un Oscar, 48 anni lui, regista controverso, tanto osannato dal pubblico quanto bistrattato – spesso – dalla critica. Eppure la stessa Lawrence, in un video con Adam Sandler, per la serie “Actors on Actors” realizzata dal magazine “Variety“, ha svelato che malgrado sia stato il set del film a farli innamorare sono stati proprio il fiasco ai botteghini e i fischi degli addetti ai lavori a minare il loro rapporto.

Eravamo impegnati nel tour promozionale e tornavamo in hotel e l’ultima cosa di cui volevo parlare o a cui pensare era il film, ed era invece tutto quello di cui lui voleva parlare. E lo capisco: è una sua creatura. L’ha scritto, l’ha diretto… Mi sono ritrovata a dover fare un doppio lavoro: da una parte ero una partner che lo sosteneva e dall’altra pensavo: ‘Per favore, possiamo non pensare a Mother! per un secondo?’. E ha iniziato a leggere le recensioni e alla fine sono arrivata al punto di cercare di fermarlo: ‘Non facciamolo! Non è salutare!‘”, ha raccontato l’attrice.

Pochi mesi, insomma, è la coppia hollywoodiana è scoppiata: “C’era un’enorme differenza di età e sono due persone completamente diverse“, ha rivelato una fonte vicina alla coppia a “People”.

Così, sembra che entrambi abbiano deciso di concentrarsi sul lavoro: la Lawrence nel 2018 sarà in “Red Sparrow” e “X-Men: Dark Phoenix”; lui ha in cantiere diversi progetti su cui concentrarsi, per superare il flop del suo ultimo film e – a questo punto – della sua relazione.