Dopo una gravidanza quasi infinita qualche giorno fa Kim Kardashian ha dato alla luce il suo secondogenito: da tradizione familiare, come per la piccola North, anche il maschietto di casa Kardashian-West ha un nome che è tutto un dire, Saint.

I commenti a riguardo non si sono fatti attendere, anche dal mondo del cinema: fan del clan Kardashian l’esilarante Jennifer Lawrence, durante un’intervista con E! News per promuovere il film Joy ha commentato l’arrivo del nuovo pargolo, paragonando l’entusiasmo della sua nascita alla gravidanza della Duchessa di Cambridge Kate Middleton, quando aspettava la Principessa Charlotte.

Qualcosa, però, le ha dato fastidio: l’attrice del Kentucky ha infatti espresso il suo disappunto per la scelta del nome, in quanto – ovviamente scherzando – l’avrebbe voluto utilizzare per un suo futuro figlio: “Sono così arrabbiata che abbiano rubato il nome del mio bambino, Saint Lawrence” da fan delle Kardashian l’attrice si è detta contenta ed eccitata per la nascita del nuovo arrivato nel “Clan”: “è stato come quando la Principessa Kate aspettava la Principessa (Charlotte)”.

“Non vedo l’ora che passino 16 anni così che ci sia una principessa teenager, e lo stesso sarà in America.” Tra la principessa Charlotte e Saint ci sono infatti pochi mesi di differenza in quanto la secondogenita del Duca e la Duchessa di Cambridge è nata nello scorso maggio.

L’attrice, ovviamente, non poteva però non cogliere la palla al balzo e fare ironia sul nome del neonato: “Avremo un piccolo principe… o un Santo”.

Nella stessa intervista l’attrice ha parlato anche della sua nomination ai Golden Globe Awards 2016 e di come potrebbe indossare un abito uguale a quello della sua “Bff” Amy Schumer: “stiamo cercando di capire come indossare le stesse identiche cose. È la mia visione”.

Come per l’attrice, nel caso in cui questa idea andasse in porto, anche la Schumer dovrà indossare Dior – poiché l’attrice ha firmato un contratto come testimonial della maison – e in molti si immaginano già quale potrà essere il risultato. “Dovrà indossare Dior e io cercherò di parlare con la maison per farle fare due volte quello che creeranno per me”.