Nuovamente al centro dell’attenzione Jessica Rizzo, anche se la pornostar questa volta probabilmente lo avrebbe evitato volentieri. Lei e suo marito risultano coinvolti in un’indagine per presunta evasione fiscale, denominata operazione “Paradiso”, scoperta dalla Guardia di Finanza di Pescara tra l’Italia e l’Isola di Madeira, in Portogallo. Le cifre di cui si parla sono notevoli, con una frode internazionale che ammonterebbe a 16 milioni di euro.

Galleria di immagini: Inchiesta Paradiso

Indagato insieme alla diva dell’hard anche il marito, Marco Toto, che insieme a lei avrebbe messo in piedi la truffa ai danni dell’erario. Coinvolti nell’inchiesta anche esponenti di spicco del panorama calcistico pescarese come l’ex presidente del Pescara Calcio e attuale dirigente accompagnatore dell’Under 21 Vincenzo Marinelli e altri nomi di professionisti e politici abruzzesi.

All’interno della lista di sospettati ci sono un commerciante, Paride Albanese, un consigliere provinciale dell’Idv Antonella Allegrino, autosospesasi dal partito, oltre ad un consulente tributario di Pescara, Luca Del Federico. Le indagini che vedono coinvolta la pornodiva marchigiana e consorte prendono il via da un’inchiesta partita in autunno con l’arresto dell’imprenditore Giuseppe Spadaccini, accusato di evasione per 90 milioni di euro. Coinvolto nei recenti sviluppi anche l’avvocato romano Francesco Valentini.

Il meccanismo alla base dell’illecito sarebbe l’utilizzo anomalo di Trust esteri. Il Trust è un meccanismo finanziario secondo cui il Disponente riesce ad ottenere la reale separazione di quanto ceduto dalla parte di patrimonio che resta nella sua sfera patrimoniale. I beni verranno amministrati dal Trustee nell’interesse dei beneficiari designati, ai quali verrà ceduto l’intero capitale al termine della durata del contratto.