Jimmy Choo torna con la capsule collection I Want Choo per la Cruise 2018, dopo la presentazione della collezione Primavera Estate 2018: Sandra Choi, creative designer della maison da poco acquisita da Michael Kors, ha realizzato dei modelli all’insegna del claim, divenuto ormai celebre. D’altronde, chi non vuole una Jimmy Choo? Un tripudio di  pelli esotiche, piume, cristalli e pietre preziose le rendono iperfemminili ed esclusive, veri e propri oggetti del desiderio.

Il brand, che conta più di 150 negozi al mondo, ha registrato nel 2016 un fatturato pari a 364 milioni di sterline (+15% sul 2015) e un utile netto per 15,4 milioni sotto la guida, dal 2012, del ceo Pierre Denis (ex Lvmh).

Numerose sono le capsule collection realizzate in collaborazione con altri brand, una tra le tante quella con H&M del 2009, che comprendeva anche capi d’abbigliamento e che ha registrato il sold out a pochissime ore dal lancio. Vediamo in dettaglio i modelli della capsule I Want Choo Cruise 2018.

I Want Choo: la capsule Cruise 2018 di Jimmy Choo

Brandon è uno stivaletto con calzino, disponibile in nero, bianco e oro, con la variazione ton sur ton del I Want Choo che corre sul tallone.

BRANDON100ASX_000074_BACKPAIR

Miami è una sneaker in versione pura in bianco e nero e con la fascetta I Want Choo sulla linguetta frontale.

MIAMIVLO_000074_ANGLEPAIR

Dalton è uno stivaletto flat avvolto in soffice pelliccia di volpe, caratterizzato dalla scritta I Want Choo.

DALTONFLATFXR_080009_BACKPAIR

Candy è una clutch in oro con claim nero che aggiunge un accento giocoso alla borsa. Bordo asimmetrico e cinghia removibile.

CANDY - I WANT CHOO GLITTER ACRYLIC - GOLD

La Lockett City è una sofisticata borsa a tracolla con dettagli in pelliccia, disponibile in oro e nero, il claim I Want Choo è marchiato sulla cinghia. removibile.

LOCKETTCITYEKR_000003_FRONT

Le celebrities innamorate di Jimmy Choo

La griffe luxury, fondata nel 1996 dal designer malese Jimmy Choo in società con Tamara Mellon, l’editore di Vogue accessori, è balzata agli onori della cronaca fashion sulla scena mondiale alla fine degli anni Novanta, grazie al traino di acquirenti celebri che hanno negli anni incluso la principessa Diana, ma anche la it girl per eccellenza, quella Carrie Bradshaw interpretata da Sarah Jessica Parker in “Sex and the City“. Le sue creazioni sono apprezzate anche da celebrities e vip come Michelle Obama, Kate Middleton e Lady Gaga, ma anche attrici come Nicole Kidman, Emma Stone e Amy Adams.