Jimmy Choo, marchio di moda amatissimo dalle star e reso celebre dalla serie televisiva Sex and the City, festeggia i suoi primi quindici anni di presenza nel mondo della moda, e lo fa in grande stile, con un libro, edito in Italia da Rizzoli, dal titolo eloquente: Jimmy Choo XV. Attraverso il volume sarà possibile ripercorrere la storia della griffe e ammirare gli splendidi scatti di Mario Testino e Terry Richardson, le immagini dei backstage, delle sfilate e dei red carpet. L’intero ricavato delle vendite sarà utilizzato per scopi benefici attraverso la Jimmy Choo Foundation.

Galleria di immagini: Jimmy Choo

Il marchio ha in questi anni conquistato un’ampia fetta di pubblico femminile, soprattutto grazie alle sue scarpe, elegantissime e rigorosamente dotate di tacchi vertiginosi, sebbene la maison produca anche borse e occhiali. L’appellativo della griffe deriva dal vero nome del suo fondatore, stilista malaysiano nato da una famiglia di produttori di calzature: laureatosi nel 1983 presso il Cordwainer’s Technical College, Jimmy Choo Yeang Keat inizia la sua avventura tre anni dopo aprendo un laboratorio ricavato da un vecchio ospedale a Hackney, nella zona Est di Londra.

Nel 1988 arriva finalmente la consacrazione, grazie alla rivista Vogue che dedica alle sue {#scarpe} un servizio di ben otto pagine. Un’altra occasione d’oro giunge nientemeno che dalla principessa Diana, che mostrando tutto il suo apprezzamento per le scarpe del designer, fa diventare il marchio sinonimo di glamour in tutto il mondo.

Nel 1996 lo stilista fonda, in collaborazione con l’imprenditrice Tamara Mellon, la Jimmy Choo Ltd, e nel 2001 cede alla Mellon il 50% della proprietà societaria, dedicandosi da allora solo alla linea Couture. Il punto di forza delle scarpe Jimmy Choo risiede non solo nel design, ricercato ed estremamente femminile, ma anche nella totale realizzazione artigianale. Considerato lo stile fortemente iconico, unito a prezzi non troppo accessibili, si può affermare che gli {#accessori} Jimmy Choo sono per le fanciulle di oggi l’equivalente dei diamanti per la mitica Marilyn: i migliori amici di una ragazza.

Fonte: InStyle