Lunedì scorso, durante il gala delle star della Fox, il produttore, autore e regista J.J. Abrams ha commentato il gioco finale che ci aspetta per Lost, affermando di volerne uno simile per Fringe. Nel frattempo, Abrams si sta occupando della nuova serie Undercovers e dello script del sequel del fortunato Star Trek.

Abbiamo già accennato al finale di Lost, che si inserisce in quel filone di telefilm che stanno sfruttando il tema dell’Ultima Cena di Leonardo. Non sarà Abrams a dirigerne l’ultimo episodio, lasciando il posto, com’è giusto che sia, a Jack Bender, che di Lost è anche produttore esecutivo.

Abrams non si sbottona su Fringe:

Ci saranno un po’ di novità carine dalla fine della seconda stagione. Ma Jeff Pinkner e Joel Wyman dovranno trattenersi dall’uccidermi se rivelo qualcosa. La serie non finirà con un cliffhanger, e potete stare certi che non sarà una stagione conclusiva. Mi piacerebbe dirigerne un episodio, poiché non ho mai lavorato con gli attori che lo interpretano, ma questo era prima di Undercovers.

Abrams è, infatti, impegnato ora in nuovo sci-fi dal titolo Undercovers, per il quale è assolutamente eccitato, anche per l’opportunità di lavorare con un nuovo staff, sebbene pare non abbia deciso ancora chi sarà la donna protagonista, una decisione che tuttavia dovrà prendere in tempi stretti.

Infine, per quanto riguarda il sequel di Star Trek, si sa che esiste una data limite per finirlo, il 29 giugno 2012. Nel cast ci potrebbe essere il sempiterno Leonard Nimoy, che nelle prime serie era il dottor Spock e ora interpreta William Bell in Fringe. Certo sarebbe un bel colpo per Abrams, ma non ci sono certezze a riguardo.