Quello di Joaquin Phoenix al “Letterman Show” è stato davvero un gradito ritorno. Tra il presentatore e l’attore è sembrata esserci un’ottima intesa: i due hanno infatti scherzato per tutta la durata della puntata, intrattenendo il pubblico tra una risata e l’altra, ma hanno parlato anche di cose molto serie.

Letterman ha iniziato la trasmissione ironizzando sulla precedente apparizione dell’attore allo show, risalente al 2009, dove fece praticamente scena muta. Non ha mancato di specificare però che aveva capito sin da subito che il documentario “I’m Still Here“, girato da Casey Affleck e che doveva vedere Phoenix come protagonista, fosse una completa montatura.

Joaquin Phoenix ha detto di aver studiato per immedesimarsi al meglio nella parte che gli era stata assegnata; inizialmente però non aveva capito che si trattava di una truffa, ma aveva pensato che l’obiettivo reale fosse quello di voler fare un’analisi sul mondo delle celebrità.

Letterman ha suggerito all’attore che trattandosi di un finto documentario potrebbe anche denunciare i responsabili per aver utilizzato alcuni suoi filmati, senza avergliene chiesto l’autorizzazione.