John Lennon è l’icona musicale per eccellenza secondo il magazine NME.

Alcuni mesi fa, NME aveva lanciato un sondaggio, chiedendo ai lettori chi fosse l’icona musicale di sessant’anni di rock. Sul sito internet del magazine erano stati messi a disposizione sessanta nomi, uno per ogni celebre anno di rock’n’roll, che gli utenti avrebbero dovuto votare.

Galleria di immagini: John Lennon

Tra i quattro semifinalisti figuravano, oltre a John Lennon, Liam Gallagher degli Oasis, David Bowie e Alex Turner, membro degli Arctic Monkeys e di The Last Shadow Puppets. In altre parole: la prima vincitrice è stata la musica britannica.

Il più votato è stato John Lennon e la cosa non stupisce affatto: Lennon, oltre a far parte di una delle band più famose e gloriose di tutti i tempi, i Beatles, è stato anche un’icona sociale e culturale, ancora oggi amata sia dai più giovani che da chi ha vissuto in prima persona gli anni Sessanta e Settanta.

La morte tragica e violenta che lo ha colpito prematuramente ha di sicuro concorso a creare il mito: tuttavia, già prima del suo assassinio, Lennon era a buon diritto un personaggio entrato nella storia della musica e nella Storia con la esse maiuscola.

Colpisce invece il fatto che al quarto posto vi sia il giovanissimo Alex Turner, classe 1986, da NME dichiarato l’uomo più cool del pianeta quando aveva solo diciannove anni. Tra i primi dieci classificati nel sondaggio di NME compaiono tre grandi scomparsi in maniera misteriosa, vale a dire Kurt Cobain, Amy Winhouse e Jimi Hendrix. Classifica interessantissima, che mette a confronto mostri sacri della musica con personaggi giovanissimi, a quanto pare già entrati nell’immaginario comune.

Fonte: NME