John Travolta viene nuovamente accusato di molestie sessuali ai danni di un massaggiatore. Una prima accusa è giunta proprio ieri sempre ai danni dell’attore-ballerino, che ora si trova a fronteggiare non solo un’insinuazione sui suoi gusti sessuali, ma una vera e propria ipotesi di denuncia che potrebbe dunque portarlo in tribunale. Anche se la vicenda puzza un po’.

Galleria di immagini: John Travolta

La vicenda è dubbia perché gli accusatori sono entrambi due massaggiatori, i cui nomi non sono stati resi noti per via della privacy che viene garantita per legge: quindi o John Travolta ha una vera e propria passione per questa categoria lavorativa, oppure c’è qualcosa che non va. Inoltre, i supposti molestati sono difesi dallo stesso legale, Okorie Okorocha di Pasadena, e su di loro pesa il solito luogo comune, confermato dallo stesso Travolta, su una probabile azione per un quarto d’ora di celebrità.

Il secondo incidente sarebbe avvenuto a fine gennaio in un resort di Atlanta, mentre il primo è datato 16 gennaio. Per entrambe le occasioni Travolta avrebbe un alibi: non si sarebbe trovato nei luoghi in cui gli accusatori dicono fosse al momento delle molestie. A questo si aggiunga che Travolta l’attore è un uomo ricco, e come spesso capita a queste persone, può succedere che si sia a caccia di denaro da spillargli. Non si tratta, tuttavia, di un semplice gossip omosessuale: l’ipotesi di reato rimane e sarà la legge a vagliarla.

Un amico dell’attore ha commentato:

«John è stanco di combattere questa battaglia sulla sua presunta omosessualità, una campagna insidiosa che va avanti da anni.»

Fonte: Il Secolo XIX.