L’accoppiata è davvero di quelle eccezionali, parliamo di Johnny Depp, definito dallo stesso Marlon Brando come suo erede, e di Michael Mann, regista che negli ultimi anni ha prodotto gli spunti più interessanti per discutere di thriller-action. Basta ricordare film del calibro di: “The heat”, “Collateral” e “Miami vice”, del quale era anche regista della serie TV.

Ciò che da sempre contraddistingue il suo cinema, sono le sue sensazionali inquadrature aeree notturne e diurne, una immancabile fotografia d’autore, l’azione pura e cruda e le musiche sempre appropriate. Johnny Depp e Micheal Mann porteranno al cinema le imprese del famoso criminale americano John Dillinger, rapinatore di banche, attivo soprattutto nel periodo della depressione, nominato “nemico pubblico n°1” dal direttore dell’FBI, J. Edgar Hoover.

Dai più veniva considerato una sorta di Robin Hood, dopo le sue rapine Dillinger aveva l’abitudine di incendiare i registri sui quali erano riportati i nomi dei debitori delle banche e le case ipotecate. Tanti furono quelli riconoscenti in quel periodo di crisi, Mann su Dillinger dice:

Era un uomo efficiente, disciplinato, preciso ma anche violento e guidato da ossessioni, i suoi compagni di rapina adoravano i soldi che facevano. Dillinger invece adorava pianificare il suo prossimo colpo. Non aveva mai una strategia di uscita, ne tantomeno aveva mai pensato di ritirarsi.

Il film in America, in soli 5 giorni di programmazione, ha incassato 41 milioni di dollari, fra gli altri protagonisti ci saranno: Christian Bale, che prenderà una pausa dal suo oramai alter ego “Batman”, Marion Cotillard e Lele Sobieski. Il film sarà nelle sale dal 18 dicembre e si chiamerà “Nemico pubblico“.