Jonathan Saunders lascia il suo ruolo di direttore creativo del brand americano Diane Von Furstenberg. L’annuncio è arrivato con il caffé di questa prima mattina.

Il designer britannico, nominato a maggio del 2016 direttore creativo da DVF, è diventato da subito responsabile non solo delle collezioni ma anche di tutti i prodotti, occupandosi in prima persona della progettazione dei negozi, di quella siti web e della direzione delle campagne pubblicitarie della griffe per dare nuova vita all’identità del marchio.

Sono grato per il supporto di Diane e per l’opportunità di guidare questo marchio iconico”, ha dichiarato in una nota Jonathan Saunders. “Sono così orgoglioso di tutto ciò che abbiamo realizzato negli ultimi 18 mesi. Ringrazio l’incredibile team per la dedizione e supporto e continuerò a essere un amico e ammiratore del marchio”.

Diane Von Furstenberg lo ha ringraziato così: “Sono molto grata per il bellissimo lavoro di Jonathan e per lo sforzo e la dedizione che ha messo in DVF negli ultimi 18 mesi. Lascia un’importante e duratura eredità al brand”.

L’ultima collezione del designer scozzese per il marchio è quella della Pre-Fall 2018, presentata a New York all’inizio di dicembre e ispirata alle atmosfere del film Zabriskie Point, un cult movie degli anni Settanta diretto da Michelangelo Antonioni. A  prendere il suo posto con la carica ufficiale di chief design officer e vice president, creative sarà Nathan Jenden, stilista britannico che ha già lavorato per la griffe dal 2001 al 2010.

Il futuro di Saunders, che ha cominciato lavorando per Emilio Pucci, Alexander McQueen e Chloé, e che in seguito ha creato il suo omonimo marchio tra il 2013 e il 2016, è ancora un punto di domanda. Per il momento lo stilista non ha rivelato nulla.