Joshua Jackson è uno dei giovani attori americani più poliedrici: la sua grande disinvoltura nel passare da una seria TV al cinema e la capacità di impersonare ruoli molto diversi tra loro gli hanno permesso, all’età di 31 anni, di avere già all’attivo 29 film per il grande schermo, 5 per il piccolo schermo e 4 serie televisive, l’ultima delle quali, “Fringe”, è giunta alla seconda stagione ed è trasmessa in Italia sul canale Steel di Premium Gallery.

In Italia il suo nome è ancora legato al personaggio di Pacey Witter, uno dei protagonisti della fortunatissima serie televisiva Dawson’s creek, andata in onda su Italia 1 dal 2000 al 2003. Nelle prime puntate del teen drama, Jackson ha una relazione con la sua insegnante del liceo, poi con Jen Lindley (Michelle Williams) e alla fine della serie riuscirà a conquistare anche Joey Potter (Katie Holmes, con la quale ha avuto anche una breve relazione), l’anima gemella del suo migliore amico Dawson Leery (James Van Der Beek).

La prossima pellicola in cui sarà protagonista l’attore canadese originario di Vancouver (come Jason Priestley, il blasonato Brandon Walsh di “Beverly Hills: 90210″) è l’adattamento cinematografico di una serie televisiva britannica di fantascienza in voga negli anni ’70: UFO.

La serie fu ideata e coprodotta da Gerry Anderson (autore anche di “Thunderbirds”) nel biennio 1969-70 e in Italia fu trasmessa prima dalla RAI nel triennio 1971-1974 e nel 1996, poi da TMC2 nel 1999 corredata da interviste e approfondimenti. L’intera serie è stata anche proposta in DVD per l’home video.

La trama è facilmente intuibile: lo sbarco degli alieni sulla terra a bordo delle loro astronavi si rivela in breve tempo una minaccia per gli abitanti del nostro pianeta; gli alieni si dimostrano particolamrnete ostili, uccidono e rapiscono umani per impossessarsi di parti del loro corpo. Il governo britannico corre ai ripari istituendo in breve tempo il Comando Supremo dell’Organizzazione di Difesa Aliena (S.H.A.D.O.). L’attività della S.H.A.D.O. viene gestita in segreto nei finti studi cinematografici Harlington-Straker di Londra. A guidare l’organizzazione è e Straker, un ex colonnello dell’aviazione militare statunitense che può contare su una squadra di uomini addestrati e preparati, tra i quali il colonnello Paul Foster, interpretato all’epoca da Michael Billington e oggi da Joshua Jackson. Non si hanno altre notizie riguardo agli altri componenti del cast.

La pellicola sarà prodotta dal trio Robert Evans, Henri M. Kessler e Avi Haas. A dirigere il film sarà Matthew Gratzner, un mago degli effetti speciali che negli ultimi tempi ha lavorato in pellicole quali “Shutter Island” di Martin Scorsese, “La mummia: la tomba dell’imperatore dragone”, “Hancock”, “Iron Man” e “Alien: Resurrection”. La sceneggiatura è già stata scritta da Ryan Gaudet e Joseph Kanarek.

Gratzner sembra avere le idee chiare per quanto riguarda il film:

La storia, gli avvenimenti e i personaggi che Anderson creò in UFO sono senza tempo e coinvolgenti. Ho in mente di utilizzare gli effetti speciali come uno strumento di supporto alla narrazione della storia per facilitare l’immersione del pubblico in questo universo.

Per quanto riguarda invece la scelta di Joshua Jackson nel ruolo del colonnello Paul Foster, Gratzner ha affermato:

Lo sviluppo del personaggio è la parte più critica del progetto legato a UFO e il grandissimo talento di Joshua è esattamente quello di cui ho bisogno per trasmettere il conflitto interiore vissuto dal personaggio di Paul Foster.

I diritti della serie televisiva sono già stati ottenuti dalla ITV Global e la produzione conta di iniziare le riprese nel Regno Unito per la primavera del 2010.